CUPRA MARITTIMA – Molaioli ha presentato il suo film “La ragazza del lago” , martedì 18 marzo al Cinema Margherita. La serata è stata spunto di riflessione per discutere dell’attuale mercato cinematografico italiano. Come ha sottolineato Molaioli: «E’ importante cercare di recuperare delle sale che per meccanismi di mercato hanno perso la loro utenza o hanno chiuso. E’, dunque, essenziale la costruzione di circuiti alternativi». Continua il regista: «Molti film hanno poco spazio nelle multisale, perché si dà per scontato che il pubblico giovanilistico andrà a vedere solo un genere di film. Con la mia presenza alla proiezione del film ho voluto dare un contributo proprio a questo tentativo».

Con il cineforum infatti Cupra Marittima vuole proporre al Cinema Margherita film di maggiore spessore artistico. A proposito del Cinema Margherita il sindaco di Cupra Giuseppe Torquati ha affermato: «Quando anni fa fu menzionata dalla parrocchia la possibilità di chiudere il cinema, il Comune ha stipulato una convenzione con cui si è deciso di corrispondere la somma di 10 milioni di lire all’anno a fronte dell’uso della sala per un forfait di 50 serate. Questo per rispondere all’esigenza di fornire una cifra certa su cui poter contare».

La convenzione in questione scade il 31 dicembre del 2008 e probabilmente non sarà rinnovata dato che, nei lavori di ampliamento del Palazzo Comunale, è prevista la realizzazione di una sala pubblica. In questo modo il Cinema Margherita verrà utilizzato solo per le attività parrocchiali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 713 volte, 1 oggi)