MARTINSICURO – Due tratti di pista ciclopedonale renderanno più sicura via Roma per chi la percorre a piedi o in bicicletta. Nello specifico le nuove opere di urbanizzazione interesseranno i segmenti che vanno in centro da via Bolzano alla Caserma dei Carabinieri, e a Villa Rosa da via Ischia a via Capri, fino ad arrivare a via Franchi.

Un percorso che essendo privo di marciapiedi risulta piuttosto pericoloso per i pedoni e per le biciclette che si devono barcamenare nel traffico intenso nelle ore di punta.

Le piste ciclopedonali che il Comune si prefigge di realizzare a breve rientrano nel progetto denominato “Linea di sicurezza della costa teramana”, avviato nel 2007 dalla Regione Abruzzo in collaborazione con i comuni di Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto e Pineto. Obiettivo del piano rendere più sicura la viabilità da Martinsicuro Nord a Pineto Sud, attraverso una serie di interventi sulla rete stradale per ridurre entro il 2010 del 50% il numero degli incidenti (in base alle direttive stabilite dalla Comunità Europea).

La principale causa dell’elevato numero d’incidenti sulla Statale 16, che unisce i sei comuni della costa, deriva infatti dalla promiscuità del traffico: pedoni, ciclisti, automobilisti e mezzi pesanti si muovono con differenti velocità, ma tutti sulla stessa arteria, con l’aggravante spesso della scarsa presenza della segnaletica verticale, dei semafori non intelligenti e di ostacoli lungo la carreggiata che creano ingorghi e perdita di sicurezza.

A Martinsicuro, nei tratti di strada stabiliti, i lavori prevedono oltre alla costruzione di un marciapiede e di un percorso ciclabile, anche la sistemazione o la realizzazione del relativo impianto fognario.

«Per la realizzazione delle due piste ciclopedonali – ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Abramo Micozzi – la Regione ha erogato un finanziamento di 217 mila euro. Ma tra gli interventi ritenuti indispensabili per ridurre gli incidenti sul territorio, l’amministrazione comunale ha anche deciso di sistemare a Villa Rosa l’incrocio tra via Baracca e via De Pinedo, attraverso l’installazione di un semaforo o la realizzazione di una rotonda, con una spesa di circa 20 mila euro». Il crocevia, infatti, pur essendo piuttosto periferico, a causa della scarsa visibilità delle vie laterali e dell’intenso traffico di vetture che in estate si recano al mare, è spesso causa di incidenti.

Dalla consegna dei lavori – che attualmente sono già stati appaltati – la ditta avrà 80 giorni di tempo per la realizzazione delle opere, ed è quindi probabile che queste siano completate entro la prossima stagione estiva. Il progetto “Linea di sicurezza della costa teramana” prevede inoltre anche una serie di interventi mirati da attuare a seconda delle esigenze e necessità dei comuni: ad esempio iniziative di collaborazione tra amministrazioni comunali e scuole per responsabilizzare ragazzi e famiglie sulla sicurezza stradale, o contributi per incentivare i trasporti pubblici al fine di ridurre il traffico di auto su strada. Nei comuni interessati dal progetto è prevista anche la stesura del Piano di Riorganizzazione del Trasporto Pubblico attraverso il quale verranno studiate le novità nel traffico emerse negli ultimi anni e il modo con cui migliorare il servizio pubblico.

Corsi di specializzazione potranno essere seguiti dai tecnici progettisti incaricati di costruire le strade e dagli operatori della Polizia Municipale. Questi ultimi poi, oltre a dover garantire il rispetto delle regole, avranno la possibilità di essere aiutati nel lavoro dalle nuove tecnologie: un centro informatizzato con un software capace di monitorare interventi e incidenti, di registrarli e immagazzinarli in un archivio utilizzabile da tutti e sei i Comuni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 990 volte, 1 oggi)