ASCOLI PICENO – Una lettera contenente dei proiettili era indirizzata a Fabrizio Pagani, candidato per Azione Sociale alla Camera dei Deputati (lista Partito delle Libertà), nel collegio regionale delle Marche. Oltre i proiettili, la lettera conteneva anche delle minacce.

Tuttavia le Poste di Ascoli hanno intercettato la missiva prima che arrivasse a destinazione.

Sull’episodio la Direzione provinciale della Democrazia Cristiana per le Autonomie esprime la massima solidarietà: «Nei mesi scorsi si sono verificati episodi inquietanti nei confronti della sede della Federazione provinciale di Alleanza Nazionale e della sede comunale della Lega Nord. Sono fatti inquietanti che devono indurre ad una riflessione seria e costruttiva per evitare derive pericolose».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 510 volte, 1 oggi)