SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Luciano Agostini e la delega per il Piceno in soffitta. Il vicegovernatore delle Marche, assessore regionale al Turismo e pezzo da novanta del Partito Democratico, però, dal 13 aprile sarà un parlamentare della Repubblica, in quanto candidato al quarto posto nella lista regionale del suo partito per la Camera.
Il 28 gennaio, con un atto formalizzato dal presidente della regione Gian Mario Spacca, Agostini ha ricevuto una particolare delega a occuparsi del “Progetto speciale per il Piceno”. Che ne sarà della delega dopo la sua elezione a Roma?
E nel frattempo quali sono stati i risultati per il Piceno di questa delega? Un po’ pochini, finora, se come sembra la Regione sceglierà la ripartizione aritmetica dei 60 milioni dei fondi europei Fas alle quattro province marchigiane. Una ripartizione penalizzante, che suona come un vero stop per i progetti della bretella collinare sambenedettese e della metropolitana di superficie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)