GROTTAMMARE – Circa 430 persone hanno dato la loro solidarietà per la causa Saharawi, per una cifra raccolta pari a 6.373 euro, che servirà a finanziare il viaggio di bambini bisognosi di cure specifiche: la somma di denaro è stata radunata nella serata del 14 marzo, durante la cena organizzata dalla Consulta per la fratellanza tra i popoli e dal Comune presso il ristorante Le Terrazze.

Alla somma raccolta in occasione della cena, va aggiunta una parte dei 3.070 euro raccolti in occasione del concerto di beneficenza dell’Orchestra “Laboratorio Ensemble”, organizzato in collaborazione con la Fondazione Gioventù musicale d’Italia – sezione Petrini, durante le festività natalizie, per sostenere sia il progetto di solidarietà “Saharawi” che il Progetto di cooperazione “Itiuba”.

«E’ stato faticoso, ma vedere oltre 400 persone tutte insieme per la stessa causa ha ricompensato questa fatica – dichiara la presidente della Consulta, Lina Lanciotti – Il denaro servirà per il viaggio e l’ospitalità di un gruppo di bambini, alcuni disabili, che arriveranno a Grottammare nel prossimo mese di luglio».

Soddisfatta l’amministrazione comunale che ha avviato il “Progetto Saharawi” nel 1999, in collaborazione con l’Associazione Rio De Oro. Progetto che, nelle varie fasi di ospitalità, cura medica e assistenza sanitaria, soprattutto rivolte ai bambini, tende all’obiettivo finale di sostenere quel popolo nell’annosa lotta verso l’autodeterminazione, come ha ricordato il sindaco Luigi Merli, durante la serata, nel ringraziare i presenti per la straordinaria partecipazione.

La cena, magistralmente gestita da una giovane e volenterosa brigata di sala (e di cucina) dell’Ipssar di San Benedetto del Tronto, è stata allietata dal cantante Carlo Bonanni con il suo repertorio composto dai motivi più celebri di Fabrizio De Andrè.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 509 volte, 1 oggi)