SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ci vuole una seduta di autocoscienza per il giornalismo italiano. Ci vuole una presa di coscienza per i lettori italiani. Ci vuole una presa elettrica (figurata) in cui mettere le dita per quel complesso di chiacchiere fatti sensazioni (informate o meno) che passa sotto il nome di opinione pubblica.
“Viera batte Dalai Lama uno a zero” titola un azzeccato post sul blog di Beppe Grillo. E il nostro stavolta si potrebbe limitare solo a riportare un testo, cioè la copertina del Corriere della Sera di lunedì scorso.
Che dire? La repubblica pallonara sarà contenta di vedere la stretta di mano fra un giocatore e l’allenatore dell’Inter sulla prima pagina non della Gazzetta dello Sport ma del fratello in Rcs Corrierone. E il massacro di un popolo da parte di una potenza dittatoriale a pagina 14.
L’edizione online del Corrierone, alle 16 di mercoledì, recuperava ponendo il Tibet al primo posto sulla sinistra, mettendo però alla stessa altezza sulla destra della home page il fondamentale strip di Ashley, “squillo di Spitzer”. Spitzer per chi non lo sapesse non è un calciatore boemo ma l’ex governatore dello stato di New York dimessosi dopo uno scandalo a base di meretricio.
La gente vuole sapere anche cosa combina Spitzer, si dirà. Il Tibet è importante, ma lo sono anche le dinamiche interpersonali nello spogliatoio dell’Inter.
No, non è così. Anche per i giornali vale una certa legge economica che non so come si chiama e non so neanche se sia una legge, ma che grosso modo predica che è l’offerta a creare la domanda.
Gli italiani se ne fregano dell’amichetta di Spitzer, ma se il sito del principale quotidiano nazionale gli mette i video dei suoi spogliarelli sotto il naso cominciano a incuriosirsi. Sono invece naturalmente molto interessati al calcio, e alle sue degenerazioni tutte mediatiche. Teniamocele, allora, pur di non causare svenimenti di massa o isterie.
Ma sul sezionamento nel minimo particolare delle marachelle di un politico statunitense, qui ci vorrebbe proprio un Macchissenefrega Day.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 987 volte, 1 oggi)