SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il toscano Francesco Chicchi (Liquigas) si è imposto nella settima e ultima tappa della Tirreno-Adriatico, che si è conclusa, come sempre a San Benedetto. Chicchi ha regolato in una volata resa rischiosa dalla leggera pioggia cominciata a cadere proprio nei minuti precedenti l’arrivo, Napolitano e Cavendish. Alle loro spalle, McEwen e Hondo.
Come previsto, lo svizzero Fabian Cancellara si è invece aggiudicato la corsa, davanti a Enrico Gasparotto.
La tappa odierna ha visto la partenza, in mattinata, proprio da San Benedetto, e quindi, sul lungomare cittadino, si è svolto il circuito finale. La prima parte della corsa è stata molto lenta (media 29,1 km/h), con i big, evidentemente, con la testa rivolta alla Sanremo di sabato prossimo. La tappa è stata ravvivata dall’attacco degli spagnoli Landaluze e Martinez della Euskaltel, che, a tre giri dal termine del circuito sambenedettese, avevano 2 minuti e 40 secondi di vantaggio sul gruppo, che però li riagganciava a 20 chilometri dal traguardo.
Iniziava a piovere, e una caduta frazionava il gruppo in due tronconi: cinquanta corridori in testa, circa un centinaio rimasti in ritardo; tra i coinvolti Ciolek, Pietropolli, Ginanni e Kirchen: dietro rimanevano Boonen, Freire e Bettini mentre altri big, Petacchi in testa, preferivano non rischiare scivolate e si tiravano fuori dallo sprint.
Così Francesco Chicchi, 27 anni, raggiungeva la sua settima vittoria da professionista, sicuramente la più prestigiosa della sua carriera.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.442 volte, 1 oggi)