MARTINSICURO – Cesare Medori, fondatore, presidente e allenatore del Villa Rosa Calcio è deceduto ieri mattina in circostanze tragiche. Colpito da un attacco cardiaco mentre era alla guida della sua Mercedes, mentre percorreva la statale 77 a Civitanova Marche, è andato a finire con la sua auto contro un guard-rail.

Prima dello scontro però, la vettura ha urtato di striscio un’altra auto che viaggiava nella stessa direzione, e ha arrestato la sua corsa contro una delle barriere ai lati della carreggiata. Illesa la donna che viaggiava con Medori, che ha chiamato subito i soccorsi e che in seguito ha raccontato la dinamica dell’incidente.

All’arrivo dell’ambulanza però il presidente del Villa Rosa calcio era già privo di vita. Medori era un uomo molto conosciuto a Martinsicuro e a San Benedetto per il suo impegno nel mondo dello sport. Era stato calciatore dilettante, e aveva fondato circa vent’anni fa l’Ac Villa Rosa, dove ricopriva i ruoli di presidente, dirigente e anche allenatore.

Svolgeva inoltre anche mansioni di osservatore per alcune squadre di calcio professionistiche. Era stato collaboratore personale di Trapattoni a Firenze ed era legato da amicizia con molti giocatori ed esponenti dello sport nazionale. Una profonda amicizia lo legava da anni all’allenatore Carletto Mazzone. Negli anni 90 aveva gestito il Park Hotel a Martinsicuro, divenuto punto di ritrovo per le squadre della serie A che si recavano a giocare in trasferta ad Ascoli.

Ieri sera a Martinsicuro, in sede di Consiglio Comunale, il consigliere Carboni ha espresso a nome dell’intera amministrazione il profondo cordoglio per la scomparsa dello stimato concittadino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.279 volte, 1 oggi)