Basket Club San Benedetto-Apra Jesi 68-67

SAN BENEDETTO: Martinez 21, Valori 15, Mattioli 11, Falà 3, Zattin 11, Bolognesi 7, Ciardelli, Cameli, Bruni, Camerano. Allenatore: De Santis.
APRA JESI: Toppi 5, Cittadini 13, Moretti, Rossetti 8, Sabbatini 14, Piancatelli 5, Santoni 9, Pergolini 13, Cardinali, Pirani. Allenatore: Ramondino.
Arbitri: Galassi e Salvatelli.
Parziali: 18-21, 32-37, 47-53.
Uscito per falli: Rossetti.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Miracolo del Basket Club San Benedetto che, senza Ciardelli e Ciccorelli, risorge da -7 a due minuti della fine e vince di un punto su Jesi.

Sessantotto a sessantasette il risultato finale a favore degli uomini di coach De Santis, bravi a mantenere i nervi saldi nel momento più caldo del match e a piazzare il break decisivo con due micidiali contropiedi e una bomba firmata da Valori, decisivo assieme a Martinez.

Ma va anche dato merito al capitano jesino Rossetti di aver compiuto un gesto di grande sportività che vale la pena raccontare. A 1’40” dalla fine, sul 62-67, il rossoblu Falà getta volontariamente la palla in fallo laterale poiché gli arbitri non si sono accorti di un compagno a terra. Un gesto che si vede spesso sui campi di calcio, ma indubbiamente poco ortodosso per il basket.

Jesi potrebbe approfittarne, ma Rossetti restituisce la palla ai padroni di casa. Con questa vittoria il Basket Club sale a quota 34 in classifica. Vista la situazione dell’infermeria, l’obiettivo è riuscire a entrare tra le prime quattro per garantirsi un avvio dei play off più “morbido”.
La gara. Dopo Ciccorelli, il Basket Club deve rinunciare anche a Ciardelli, chiedendo a Mattioli il sacrificio di garantire più minuti possibile nonostante la caviglia gonfia. Jesi scappa subito avanti, ma Valori e Zattin tengono botta anche se gli ospiti chiudono il primo quarto sopra 21-18.
Il copione non cambia nei secondi 10′, dove è Martinez a mettere in difficoltà la difesa avversaria con le sue entrate, senza però riuscire a completare la rimonta (32-37). L’assenza dei lunghi inizia a farsi sentire in casa Basket Club, mentre Jesi si affida al tiro da tre.
Alcune iniziative di Bolognesi e il dinamismo di Valori impediscono però il tracollo (47-53). Ultimi 10′ con i padroni di casa che provano il tutto per tutto. Martinez e Valori piazzano un break di 7-0 che significa sorpasso (57-56).

Un errore del tavolo concede però la possibilità a Jesi di proseguire l’azione dopo i 24” e segnare da tre. Martinez protesta e prende un tecnico e gli ospiti sfruttano al meglio l’occasione per risalire a +6, 63-57. A due minuti dalla fine, sul 67-60, il match sembra chiuso. Mattioli infila il 62-67 dopo un contropiede. Jesi sbaglia, ma Falà butta la palla per far soccorrere un compagno. Rossetti, cavallerescamente, la restituisce.

Un’entrata di Martinez porta i rossoblu a -3, mentre la difesa di casa non concede tiri facili. Con 30” da giocare Valori trova un’incredibile tripla del pareggio (67-67).  Rossetti non riesce a concludere e Mattioli va a guadagnarsi un fallo. Il 16 rossoblu infila un solo libero, ma è quello buono poiché l’ultimo tentativo jesino si spegne sul ferro.
Per la pausa pasquale il campionato si ferma. Indubbiamente una buona notizia per coach De Santis, che spera di recuperare almeno Ciardelli in vista della ripresa, sabato 29 marzo (ore 21) sul campo del Pisaurum 2000.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.402 volte, 1 oggi)