Santegidiese-Centobuchi 2-1

SANTEGIDIESE: D’Ettorre, Sorgi, Schicchi, Casali, Bagnara (31′ Colonnello ), Gioffre’, Aloisi, Esposito (63′ Renna), Ludovisi, Buonocore, Gonzales (63′ Marigliano). A disposizione: Bachetti, D’Eva, Di Felice, Saccia. All. Di Serafino

CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini (84’Trotta), Giu. Pesce, Corradetti, Troli, Coccia, De Angelis, Simoni, Vidallé, Cacciatore, Costescu (73’Pini). A disposizione: Di Giacomo, Cesani, Mozzoni, Romani, Cameli. All. Marocchi

ARBITRO: Romani di Modena

MARCATORI: 4′ Buonocore rig.(S), 34′ Cacciatore(C), 83’Ludovisi(S).

Espulsi: 86′ Gioffre'(S).

Ammoniti: Merletti(C), Troli(C), Costescu(C), Gioffre'(S).

Angoli: 5-4.

Recuperi: 1T: 1minuto. 2T:3 minuti.

Spettatori: 500 circa (di cui una settantina circa , quelli provenienti da Centobuchi)

SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA – Torna a perdere il Centobuchi dopo l’ultima sconfitta della 27° giornata ad Arrone. Il desiderio di vittoria da parte dei padroni di casa è stato più forte della tenuta del Centobuchi per non perdere. Grande partenza nella prima mezz’ora del primo tempo dei giallorossi locali e grande mezz’ora finale nella quale hanno evidenziato la loro foga di tirarsi fuori dai bassifondi della classifica.
Per i biancocelesti un’ottima reazione dopo il primo gol abruzzese e un ottimo quarto d’ora finale del primo tempo, ma dopo essere partiti bene nella ripresa hanno subito troppo l’assedio dei locali. La squadra di Marocchi orfana di De Amicis (la sua assenza si è fatta sentire, la sua esperienza conta e come) ritrovava però capitan Simoni, altra pedina di cui questa squadra dimostra di non poter fare a meno. In avanti sempre più evidente la crescita di un giocatore definito di categoria superiore anche dal pubblico avversario in tribuna, ossia Cacciatore.
La partita: già al terzo minuto Gonzales veniva affrontato in area da Merletti, l’arbitro non aveva dubbi indicando subito il dischetto, sul quale si presentava l’esperto fantasista Buonocore che spiazzava il portiere. Al 24° l’ex Grottammare Ludovisi smarcato da Buonocore si ritrova solo davanti a Merletti ma con la punta del piede calciava sul fondo vicino il palo. Al 28° grande conclusione dal limite dell’area di Buonocore che centrava il palo. Al 35° Vidallé raccoglieva di testa un traversone al limite dell’area facendo la torre per l’arrivo di Cacciatore, che agganciava e con uno straordinario piatto destro al volo da fuori area infilava l’angoletto basso.
La risposta dei giallo-rossi non si faceva attendere al 37° con Buonocore; un tiro da fuori e poco dopo una sua punizione impegnavano Merletti, bravissimo in entrambi i casi a deviare in corner. Buon finale comunque del Centobuchi e buono anche il suo inizio di ripresa. Ma poi i biancocelesti fanno l’errore di chiudersi troppo pensando di poter difendere il pareggio e così subiscono un vero e proprio arrembaggio dalla formazione abruzzese guidata in panchina dalla coppia di tecnici ex giocatori rossoblu Di Serafino e Di Giannatale. All’83° arriva perciò il gol partita su cross di Buonocore per la testa vincente in anticipo sui difensori avversari di Ludovisi: è la logica conseguenza di come si era messa la partita. All’85° in contropiede l’immenso Buonocore smarca Marigliano che solo davanti a Merletti batte centrale consentendogli di evitare il 3-1.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 871 volte, 1 oggi)