Da Riviera Oggi numero 718

MONTEPRANDONE -«Un bilancio sano che conferma i progetti e i servizi che abbiamo garantito ai nostri cittadini»: esordisce così il sindaco di Monteprandone Bruno Menzietti, soddisfatto dei risultati raggiunti dalla sua amministrazione, che dal 2004 governa il comune del Piceno.

«Il bilancio per il 2008 sarà approvato lunedì 17 marzo – spiega il sindaco – e confermerà tutti i nostri impegni. L’amministrazione è stata in grado di integrare con risorse proprie i fondi stanziati dalla Regione: questo ha consentito di portare avanti i progetti avviati e mantenere le promesse fatte ai cittadini».

Riguardo la politiche sociali, Menzietti afferma che «confermiamo, anzi aumentiamo i servizi esistenti: l’assistenza domiciliare agli anziani, la creazione di ventiquattro borse lavoro per le persone disagiate, il sostegno all’istruzione attraverso il finanziamento per le spese di gestione e per la realizzazione di progetti scolastici. La nostra amministrazione è stata da sempre attenta alla formazione: l’anno scorso è stata inaugurata a Centobuchi la nuova mensa scolastica».

«Tutti i comuni sono soggetti alle stesse leggi regionali ma è la singola amministrazione che poi decide come integrare e indirizzare i finanziamenti – continua il primo cittadino – e quest’anno grazie ad una gestione accorta e attenta alle spese siamo riusciti a garantire l’assistenza sociale senza aumentare né il costo dei servizi a domanda individuale (il trasporto e la mensa scolastica, le colonie estive per i bambini, e quelle termali e montane) né le aliquote delle principali imposte comunali (Irpef, Ici e Tarsu) rimaste ai livelli del 2007, o meglio rimaste inalterate da quattro anni». «Nell’immediato futuro ci auspichiamo di mantenere i servizi già erogati e anzi speriamo di riuscire a rispondere al bisogno di oltre 400 famiglie che chiedono di aprire una nuova mensa per la scuola primaria di Centobuchi. Manca lo spazio per il fabbricato e la spesa è notevole – afferma comunque Menzietti – e non è neanche prevista nel piano annuale degli investimenti, ma speriamo di riuscire a trovare comunque una soluzione che soddisfi la forte richiesta».

«Purtroppo, a causa della crisi del settore immobiliare, nell’anno in corso è previsto una contrazione dell’edilizia e quindi una minore entrata derivante dagli oneri di urbanizzazione»: quindi, secondo quanto riferisce Menzietti «se manca la fonte di finanziamento manca anche l’investimento che il Comune potrà realizzare. Certo, porteremo a compimento le opere programmate nell’anno 2007 come l’ampliamento dell’ambulatorio medico a Monteprandone, la realizzazione del parcheggio per il centro storico, la messa in sicurezza delle zone dichiarate non edificabili e saranno garantite le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e dei marciapedi sia del centro che di Centobuchi».

«A questo proposito penso – conclude Menzietti – alla sistemazione e messa in sicurezza, in collaborazione con il Comune di San Benedetto, della zona Fosso dei Galli: una riperimetrazione e un declassamento indispensabili per consentire alle ditte di insediarsi nella nostra zona industriale. L’amministrazione possiede le potenzialità e le risorse per garantire una risposta alle esigenze dei cittadini e per consentire alle aziende di operare nel nostro territorio. Faremo del nostro meglio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 680 volte, 1 oggi)