SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Camminare di notte, sole e sfidare la paura. Il pericolo c’è sempre, anche in una città come San Benedetto, se non lo si trova in strada, lo si trova chiudendo il portone di casa, nel luogo sicuro della nostra abitazione. Non c’è cura alla violenza sulle donne, non c’è anestetico che possa lenire il dolore, ma può esserci prevenzione.
L’assessorato alle Pari Opportunità e l’assessorato allo Sport del Comune di San Benedetto hanno promosso e finanziato un’iniziativa dal titolo Fai la mossa giusta: diventa una “cintura rosa”.
«L’iniziativa – ha dichiarato Palma Del Zompo, consigliere comunale con delega alle Pari Opportunità – parte dal presupposto che al mondo la violenza perpetrata su donne dai 15 ai 44 anni è la prima causa di infortunio e, nel peggiore dei casi, di morte».
A tale proposito, per rendere la donna più sicura di sé e affinché le venga garantita sempre libertà di movimento sono stati istituiti corsi gratuiti di prevenzione e autodifesa femminile che inizieranno lunedì 28 aprile e si terranno in due lezioni settimanali in orari a scelta che possono variare: il lunedì e il giovedì dalle 9.30 alle 11 o il lunedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17 o infine il mercoledì e il venerdì dalle 21 alle 22.30. Le lezioni saranno in tutto 12, di un’ora e mezza ciascuna e si creeranno tre gruppi composti da 20 donne ciascuno. Per iscriversi c’è tempo fino al 18 aprile. I corsi, che saranno tenuti dal maestro Franco Aloia della Fijlkam, la Federazione Judo Lotta Karate Arti Marziali, non saranno solo incentrati sull’apprendimento delle tecniche di autodifesa, ma ci saranno anche delle lezioni teoriche tese a spiegare come evitare situazioni di pericolo o come chiedere aiuto. Verrà utilizzato nelle lezioni il metodo di difesa personale Mga, (Metodo Globale Autodifesa), un metodo che consente di neutralizzare un aggressore senza arrecare danni fisici allo stesso.
L’amministrazione comunale nell’attuare questa iniziativa, ha fatto riferimento alla Carta europea per la parità degli uomini e delle donne,in particolare all’articolo 21, incentrato sulla sicurezza e sulla prevenzione.
Il corso è completamente gratuito e garantisce inoltre anche una copertura assicurativa. Per potersi iscrivere serve un documento di identità, il certificato medico e il modulo di iscrizione da compilare. Il modulo si po’ trovare sul sito internet del Comune, www.comunesbt.it, oppure può essere chiesto all’Ufficio Relazioni con il pubblico o presso l’Ufficio Sport.
Se le domande che perverranno per il corso di autodifesa saranno superiori al numero previsto, varrà l’ordine di presentazione della domanda.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.098 volte, 1 oggi)