CUPRA MARITTIMA -La passione per la mountain bike di una manciata di soci fondatori, ha dato vita a “Fuori di Sella”, associazione che conta oggi più di 60 iscritti. Il presidente Nazzareno Veccia spiega che l’associazione non ha finalità agonistiche, quanto piuttosto sociali: ogni domenica infatti gli aderenti si riuniscono per una sana pedalata all’aria aperta.

Come è nata “Fuori di Sella”?

«La nostra idea principale è quella di trasmettere l’amore per la mountani bike e contemporaneamente far scoprire il territorio, le bellezze paesaggistiche del Piceno. E’ vero che partecipiamo alle competizioni agonistche dell’Uisp che si tengono da marzo a settembre a livello provinciale, regionale e nazionale, ma non è la nostra priorità. Anche la nostra Associazione organizza delle gare come il “Gran Fondo della Dea Cupra”: si tratta di un percorso che parte da Cupra e coinvolge i territori di Massignano e Ripatransone. Nel 2007 ci hanno ragigunto da tutta Italia, siamo arrivati a 160 presenze. Quest’anno “Gran Fondo della Dea Cupra” si terrà il 29 giugno».

La Mountain Bike è uno sport per tutti?

«Certamente: per ora sono iscritti per la maggior parte uomini, ma la partecipazione delle ragazze sta aumentando. E’ uno sport che si rivolge anche ai bambini: nelle uscite della domenica sono previsti percorsi per i più piccoli, sia su strade di campagna che su circuiti chiusi, specificati per ogni fascia di età o grado di preparazione. In questo modo possono andare in mountai bike in totale sicurezza. Anche in occasione della “Festa dello Sport” di Cupra prepariamo dei percorsi per bimbi».

Avete progetti in cantiere?

«Il Comune di Cupra ci ha messo a disposizione uno spazio vicino al campo sportivo, spazio che diventerà un circuto per muontain bike. Sempre in collaborazione con il Comune di Cupra stiamo realizzando delle cartine dove saranno indicati i percorsi praticabili con la bicicletta presenti nella zona. Inoltre è prevista la formazione di guide che possano acompagnare i turisti nelle terre Picene, fornendo sia assistenza che informazioni. Dalla Provincia ci hanno chiesto di collaborare con il progetto “Bike Hotel”, una serie di hotel che mettono a disposizione assistenza apposita a chi viaggia pedalando».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.490 volte, 1 oggi)