Samb-Torres 4-2
SAMB (4-3-3): Bordoni; Piccinini, Damiani, Cappella, Bizzarri; Massi, Coppini, Valente; Rossi A., Natalini, Pierantozzi. A disposizione: Rosati, D’Ippolito, Fioravanti, Angelini, Marini, Scotucci, Pomiro. Allenatore: Ugo Boschini.
TORRES (4-4-2): Puliga; Manconi, Caravagna, Barrocu, Lobrano; Usai, Palmisano, Matteoli, Pintus; Dau, Chessa. A disposizione: Fresi, Meloni, Cossu,, Sias, Porcu, Garrucciu. Allenatore: Paba
Arbitro: Nuredin Shala di Ancona
Assistenti: Cesaroni di Ascoli Piceno e Forconi di Macerata.
Ammoniti:  Natalini (S), Palmisano (T).
Marcatori: 46’ Pierantozzi (S), 58’ Cappella (S), 73’ Pomiro (S), 78′ Chessa (T), 87’ Dau (T), 89’ Pomiro ( S).
CONTROGUERRA – La Samb si aggiudica il recupero dell’undicesima giornata, liquidando la Torres con un 4 a 2 che non deve ingannare: per tutto il primo tempo infatti i rossoblu hanno dovuto subire l’iniziativa della formazione sarda composta da giovani del ’91, ’92 e ’93. Sembrava quasi di vedere la continuazione della partita di sabato scorso contro il Celano (conclusasi a reti bianche) con i ragazzi di mister Boschini schierati in campo con molti giocatori fuori ruolo.
Ma veniamo alla cronaca dell’incontro. Gli ospiti, ai quali va sicuramente il premio fair play per correttezza e onestà sportiva, partono subito forte e si fanno vedere in area rossoblu al 12’ quando Usai spara un micidiale fendente ma Bordoni è attento e sventa il pericolo. Risponde timidamente la Samb con Andrea Rossi che calibra un buon pallone al centro dell’area sarda per la testa di Cappella ma il tiro è centrale e debole.
Al 22’ è sempre il difensore Cappella che crea scompiglio in area del Torres ma commette fallo e vanifica tutto. La Samb non riesce mai ad impensierire la retroguardia ospite. Le uniche conclusioni a rete degne di cronaca, passano tra i piedi di Natalini schierato come prima punta che per due volte si viene a trovare davanti al portiere Puliga ma per tutte e due le volte,  prevale in lui l’istinto del terzino fluidificante e non dell’attaccante vanificando tutto, beccandosi, tra l’altro, una ammonizione per simulazione.
Il riposo porta consiglio a Boschini che lascia negli spogliatoi Andrea Rossi, con qualche problema fisico, e al suo posto fa entrare Pomiro. Nessuna mossa fu più azzeccata tant’è che dopo solo 23 secondi una sua invenzione dall’out di sinistra permette a Pierantozzi di siglare la rete del vantaggio dei rossoblu rivieraschi.
Al 56’ è sempre lui che siede tre difensori, si accentra e tira una saetta velenosissima che il portiere respinge sull’accorrente Natalini che manda fuori di un soffio. Due minuti più tardi il furetto argentino esegue una punizione doc con la palla che si stampa sulla traversa, rientra in campo e Cappella , pronto come un falco, insacca di testa per il due a zero.
Entra Scotucci, classe 92 per Natalini e proprio dai piedi del baby rossoblu parte il cross da sinistra per Pomiro che insacca . Finisce l’opera dei cambi Boschini cambiando D’Ippolito per Pierantozzi. Adesso è un’altra Samb, le azioni fioccano a destra e a manca ed è una meraviglia osservarla. Al 75’ una stremato Massi,  effettua un perfetto cross dalla linea di fondo proprio per D’Ippolito che non arriva sul pallone per un nonnulla.
La Torres non ci sta e attacca a testa bassa, prima segna al 78’ con Chessa che scappa a Damiani entra in area e trafigge Bordoni e poi al 87’ Dau che ribatte in rete la sfera dopo che la stessa aveva colpito il palo  dopo un calcio di punizione di Chessa. Ma Pomiro spegne tutte le speranze di rimonta degli ospiti quando al 89’ sigla la quarta e definitiva rete dell’incontro.
Sabato ancora una partita tra le mura amiche: questa volta saranno i pari età del Giulianova ad affrontare la compagine di Cappella e compagni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.276 volte, 1 oggi)