GROTTAMMARE – È entrato in banca coperto in volto da una calzamaglia e, pistola alla mano, ha chiesto alla cassiera dei soldi in contanti.
Sembra la classica scena di un film d’azione ciò che è successo questa mattina, 10 marzo, verso le 11.45 presso la Banca delle Marche di via Galilei, vicino al campo di calcio di Grottammare.
Un uomo è entrato e ha minacciato con una pistola la cassiera che è stata costretta a cedere la somma di 10 mila euro.
Il rapinatore si è poi dileguato con una Fiat Uno bianca, probabilmente guidata da un complice che lo attendeva fuori.
L’auto, che è stata poi ritrovata vicino al casello di Grottammare dell’A 14, apparteneva a un anziano signore, un ottantenne di Monsampolo, che non ne aveva denunciato il furto poiché non si era accorto di nulla.
La pistola utilizzata per la rapina, probabilmente era una pistola giocattolo, visto che la banca è dotata di un idoneo impianto di metal detector che non è entrato in funzione con l’irruzione del malvivente all’interno dell’istituto creditizio.
L’indagine, ora in corso, è stata affidata ai Carabinieri di Grottammare, di San Benedetto del Tronto e di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)