Centobuchi-Bojano 2-0

CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Giu. Pesce (47 Cesani), Corradetti, Troli, De Amicis, De Angelis (68’Pini), Coccia, Vidallè(86′ Trotta), Cacciatore, Costescu. A disposizione: Di Giacomo, Di Giuseppe, Cameli, Mozzoni. Allenatore: Marocchi.
BOJANO: Fischetti, Coletta, Picozzi, Trovato (59 Sirito), Capone, Urso, Ventura (59′ Cantoni), Petrella (78′ Caricato), Soarez de Souza, Minella, Cirigliano
A disposizione: Russo, Boci, Quaranta, Comparato. Allenatore: K. Zeman.
Arbitro: Bertasi di Verona.
Reti: 64′ Cacciatore (C), 76′ Vidallè (C).
Ammoniti: De Amicis (C), Giu. Pesce (C).
Angoli: 7-3.
Recuperi: 1′ pt, 3′ st.
Spettatori: 200 circa di cui una quindicina provenienti dal Molise.

MONTEPRANDONE – Il Centobuchi sembra lontano ormai dalla crisi e centra al Comunale la decima vittoria stagionale (l’ottava in casa) e il terzo risultato utile consecutivo ribaltando in casa con un modesto Bojano lo 0-1 dell’andata subìto in Molise. Ora i ragazzi di Marocchi salgono al settimo posto in classifica a quota 39 in coabitazione col Venafro (battuto due domeniche fa) e a soli quattro punti dalla zona play-off.
Nonostante la netta vittoria la squadra marchigiana ha evidenziato i propri limiti in zona gol, con molte occasioni create ma anche sprecate contro quello che non a torto si può definire come un avversario modesto in quanto inferiore tecnicamente, attualmente penultimo e che stenterà molto a salvarsi, se ci riuscirà. Il Bojano è allenato però da un figlio d’arte, Karel Zeman, figlio del grande Zdenek presente oggi sulle tribune del Comunale al seguito del suo erede.
Nel primo tempo nonostante l’assedio del Centobuchi la sfortuna e un grande Fischetti impediscono al risultato di sbloccarsi. Al secondo minuto di gioco un tiro-cross di Costescu è respinto dall’estremo ospite. Al 13’ gran botta da fuori di Cacciatore con la palla che picchia sotto la traversa ma senza superare la linea di porta. Al 32’ tre occasionissime in una sola azione: prima De Angelis che con una serpentina si incunea in area saltando difensori come birilli ma la sua conclusione è respinta da Fischetti che non trattiene la palla, che giunge a Vidallè il quale a botta sicura da pochi passi si vede respingere il tiro ancora dal portiere molisano; il pallone giunge quindi a Cacciatore, il tiro è forte e preciso e colpisce la seconda traversa. Nella ripresa invece anche grazie all’innesto immediato di Cesani la supremazia monteprandonese si concretizza al 64’, quando Cacciatore, lanciato in velocità da De Angelis supera il portiere Fischetti in uscita e infila a porta vuota. Al 67’ l’unico vero tiro verso lo specchio effettuato dalla formazione bianco-rossa è la punizione di Petrella da 25 metri con una grande risposta di Merletti, fin li spettatore della gara in quanto mai impegnato. Poi al 76’ su cross dalla destra di Cesani arriva il sigillo di Vidallè (sesta rete stagionale) che di testa piazza il pallone sull’angoletto destro scavalcando l’incolpevole Fischetti.

Nel settimanale Riviera Oggi in edicola da lunedì foto, interviste e pagelle dell’incontro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 625 volte, 1 oggi)