ASCOLI PICENO – Cura artigianale, sicurezza, stile e attenzione ai particolari, devono essere i segni distintivi dei prodotti italiani. “Orgogliosi di fabbricare italiano”: è questo lo slogan scelto per la campagna di comunicazione 2008 “100% made in Italy certificate ” lanciata dall’Istituto per la tutela dei produttori italiani, in collaborazione con la Provincia di Ascoli Piceno per salvaguardare e promuovere le aziende che producono interamente i propri prodotti in Italia.

La forza del progetto sta in un marchio-ombrello collettivo che certifica che quel manufatto è realizzato per intero in Italia con quella qualità ed attenzione tipiche del “made in Italy”.
La certificazione si concretizza con l’applicazione di segni distintivi sul prodotto, sull’imballo e sul marchio aziendale. Ogni segno distintivo è autenticato da marchio olografo anticontraffazione e reca una numerazione progressiva che identifica il produttore italiano.
La rintracciabilità on line del prodotto è visibile sul sito ufficiale dell’Istituto all’indirizzo www.madeinitaly.org.

«Promuovere i valori del “saper fare” e “far bene” contribuisce a salvaguardare le nostre imprese – ha sottolineato il vice presidente della Provincia Emidio Mandozzi – perché la qualità è inimitabile e rappresenta un valore aggiunto riconosciuto dai consumatori e dai mercati. In questa prospettiva è importante una forte sinergia e integrazione tra tutti gli interlocutori di un territorio: istituzioni, enti, associazioni e imprese».

«Sono oltre 300 le aziende (per il 70% marchigiane e per il restante 30 allocate fuori regione) che hanno già aderito a “100% made in Italy”- ha affermato il direttore dell’Istituto tutela produttori italiani Nazzareno Vita – ma le adesioni delle aziende crescono a ritmo sostenuto e stiamo allargando l’orizzonte a numerose categorie manifatturiere con l’obbiettivo di valorizzare in maniera integrata le eccellenze produttive, gastronomiche ed architettoniche dei singoli distretti e territori».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.222 volte, 1 oggi)