SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Vendo matita con la quale mi recherò a votare il 13/14 aprile 2008 (camera + senato): Chi voterò? Dimmelo tu!».

Inizia così la descrizione dell’oggetto in vendita su E-bay, da Marco Bonanno, che continua: «Aggiudicati la prima matita al mondo in grado di spostare l’elettorato verso qualunque direzione. Io del mio voto non me ne faccio più nulla, crollate le ideologie, tutti i partiti ci hanno spiegato che bisogna guardare solo all’interesse… Il loro».

Secondo le regole di E-bay – e secondo la legge, ovviamente – non è possibile vendere i voti, così Marco aggira la questione e mette in vendita la matita : «Vi vendo la matita. Il voto ve lo regalo!».

Il venditore c’ha preso gusto e continua spiegando – secondo le regole del negozio online – che il «voto è stato già usato in passato» e che la vendita avverrà fra privati, quindi nessuna garanzia: «Per legge non potrò riprendermi in cabina elettorale, perciò vi dovete fidare: per anni avete creduto alle balle dei politici, perchè per una volta non credere alla mia?».

Sempre su E-bay anche Tommy-david vende un oggetto strano, «la molletta che terrò al naso quando andrò a votare per le politiche 2008. Visto il fetore, suggeriscimi tu chi preferire».

Samat, ovviamente sempre su E-bay, si dà invece da fare per far sentire attivamente la sua voce e, ad un euro, vende «il testo integrale in formato elettronico del D.P.R n° 361 del 30 marzo 1957, in poche parole la legge che ti consentirà di rifiutare la cartella elettorale alle prossime elezioni».

Iniziative che fanno sorridere, in un primo momento – e che per questo sicuramente finirà nella vetrina “Incredibile ma Ebay”, che raccoglie le vendite più assurde della storia, come tappeti volanti e sogni nel cassetto. Ma che lasciano anche un po’ di amarezza.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.271 volte, 1 oggi)