MARTINSICURO – «Una mentalità imprenditoriale è, proprio perché tale, sicuramente una predisposizione positiva ed efficiente per affrontare la delicata questione del sistema di raccolta differenziata a Martinsicuro» Alduino Tommolini, consigliere di Città Attiva e presidente della Commissione di Controllo e Garanzia risponde alle accuse di Mauro Paci de Il tuo Domani, che lo aveva tacciato in occasioni precedenti di aver avuto un “approccio personale” – legato alla sua attività di imprenditore – nella gestione del lavoro della Commissione, che attualmente ancora non è stata convocata.

«Il lavoro del presidente è proprio quello di raccogliere tutta la documentazione necessaria, creare uno specifico ordine del giorno e permettere poi agli altri componenti della commissione di procedere nel lavoro già precedentemente preparato. Non vedo cosa ci sia di “personale” nel lavoro che ho portato avanti finora».

Tommolini annuncia che la commissione verrà convocata subito dopo Pasqua, dato che è stata già presentata la delibera di istituzione della commissione, e che si stanno completando le ultime procedure amministrative.

«Se i tempi si sono notevolmente allungati, è da ricondursi alla notevole mole di documentazione che abbiamo raccolto negli ultimi mesi e che nonostante le nostre richieste agli enti preposti, risulta in parte ancora lacunosa».

Gli otto componenti della commissione di controllo e garanzia avranno il compito di eseguire un’analisi sul servizio di raccolta differenziata gestito nel corso degli ultimi anni dalla Manutencoop, che a Martinsicuro ha subito una strana inversione di tendenza: a fronte di un aumento della Tarsu di oltre il 60% negli ultimi due anni, il livello di raccolta differenziata è sceso dal 47% del 2004 all’attuale circa 44%. Con il passaggio alla Poliservice e l’istituzione della nuova raccolta porta a porta “integrale” la Commissione dovrà valutare tutti i possibili aspetti inerenti il rapporto costi-benefici che si avranno con il nuovo servizio.

«La raccolta porta a porta di tutti i materiali riciclabili – ha spiegato Tommolini – porterà di sicuro ad una riduzione dei costi di smaltimento in discarica, a cui però si contrappone un aumento inevitabile, per l’impiego di maggiore manodopera, dei costi della raccolta a domicilio di carta, vetro, plastica in differenti giorni della settimana. In questa fase preliminare stiamo esaminando tutti i dati riguardanti l’attuale servizio di raccolta dei rifiuti effettuato dalla Manutencoop, per poter poi elaborare un piano attraverso cui stipulare un contratto con la Poliservice che preveda un miglioramento del servizio e il risanamento delle attuali lacune esistenti».

Il consigliere di Città Attiva spiega inoltre che compito fondamentale della commissione sarà quello di stabilire le modalità per assicurare un attento e costante controllo su tutto il processo di raccolta, smaltimento e gestione dei rifiuti da parte della Poliservice, non solo nel percorso che questi intraprendono dal cassonetto al camion preposto al ritiro, ma anche nel tragitto che dal territorio di Martinsicuro li vede avviarsi verso le discariche o i centri di raccolta e riciclo dei vari material

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 770 volte, 1 oggi)