CUPRA MARITTIMA – Alle spalle ci sono due sconfitte consecutive. Pesanti. E pericolose. La Cuprense rischia di perdere il treno play off se non inverte immediatamente la rotta. Il quinto posto occupato attualmente, non mette i gialloblu al riparo da brutte sorprese: sia il Porto Potenza (a –3) che il Caldarola (–4) non avranno certo l’intenzione di restare a guardare.
Mister Minuti, alla vigilia della trasferta sul campo della Vigor Pollenza, mostra una certa preoccupazione: «Potevamo sicuramente evitare queste due battute d’arresto. Con la Fermana, peraltro ottima squadra, se avessimo messo un pizzico di terminazione in più avremmo potuto strappare almeno un punto».
A 7 giornate al termine della stagione, e con una classifica così corta, sarà vietato sbagliare ancora.
«Non possiamo permetterci di commettere altri passi falsi, le squadre sono tutte agguerrite. Dobbiamo ora più che mai tirare fuori il carattere che abbiamo dimostrato in molte occasioni».
Quello delle espulsioni sembra un “male” congenito.
«Mi è dispiaciuto perché è capitato a Mattioli, un giovane di 16 anni. Purtroppo è da inizio stagione che giochiamo sempre con molte defezioni, molte peraltro piuttosto importanti. Spero almeno per una volta di avere tutta la rosa a disposizione»
Quanto ha inciso questo aspetto sul campionato?
«I ragazzi sono stati bravi ad ottenere risultati molto lusinghieri. Volevamo vestire i panni della mina vagante del torneo e credo che tutto sommato ci stiamo riuscendo, facendo più di quello che era in programma. Ora dobbiamo stringere i denti, non dobbiamo mollare perché in palio ci sono obiettivi importanti da raggiungere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 385 volte, 1 oggi)