ASCOLI PICENO – «Gli infortuni sul lavoro rappresentano una grave emergenza ma non possiamo puntare solo sull’inasprimento delle sanzioni a carico delle aziende. Bisogna realizzare interventi di prevenzione e formazione, coinvolgere le aziende, i lavoratori, la scuola e le famiglie. Il Ministero del Lavoro deve puntare sulla crescita della cultura della legalità». È quanto dichiara il presidente di Confartigianato Uapi – Unione artigiani e piccola impresa – di Ascoli e Fermo, Moreno Bruni.

«Ci auguriamo – afferma Bruni – che il Governo sappia cogliere le proposte avanzate dalla Confederazione Nazionale. Le risorse economiche esistono – l’ingente avanzo di gestione annuale dell’Inail – però bisogna usarle nel modo giusto, per ridurre i premi pagati dalle aziende virtuose e per finanziare azioni e progetti volti ad accrescere la sicurezza sui luoghi di lavoro».

La Confartigianato Uapi delle province di Ascoli Piceno e Fermo, ha avviato dei corsi di formazione specifici per tutte le esigenze e tipologie individuate dalla normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro.
L’elenco completo dell’offerta formativa è disponibile al sito www.uapi.org; inoltre un qualificato servizio di help desk rivolto agli artigiani e commercianti è sempre a disposizione in orari di ufficio ai numeri 0736.336402 e 0734.992332

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.098 volte, 1 oggi)