SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Porto d’Ascoli in terza fila. E da lì la squadra biancoceleste non si vorrebbe schiodare. L’undici di mister Deogratias, dopo il successo esterno sulla Monterubbianese e la concomitanza di alcuni risultati favorevoli, si è piazzato dietro le titolate Jrvs (+6) e Vis Carassai (+10).
Il Porto d’Ascoli in ogni caso deve guardarsi anche le spalle: le inseguitrici Ripa ( a 1 punto di distanza), Pagliare (–2), Stella (–2) e Acquaviva (-4) non si arrenderanno fino alla fine, contendendosi le ultime due poltrone disponibili per gli spareggi promozione.
In casa biancoceleste intanto l’imperativo è: vietato distarsi. Specie quando di fronte si hanno formazioni che devono salvarsi. La banda Deogratias infatti riceverà la visita della Truentina, fanalino di coda che ha già fatto lo sgambetto a diverse squadre, per esempio la capolista allenata da Silvestri.
Ancora indisponibile Di Girolamo che dovrà scontare la seconda delle quattro giornate inflitte dal Giudice Sportivo. Fuori pure Straccia a causa del riacutizzarsi di un dolore al ginocchio. Da registrare i rientri, a centrocampo, di Maurizi e Filipponi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 388 volte, 1 oggi)