CUPRA MARITTIMA – Isabella Basetti, ex allenatrice della DLF Pistoia, quando nel 1995 si trasferì nelle nostre zone ha notato a Cupra il “campetto rosso” e ha visto subito qualcosa che poteva tornare utile. E’ stato nel campo “I Care” infatti che Isabell aha tenuto prima un corso estivo di pattinaggio, e successivamente ha creato la ABC Pattinatori Cupra.

A quale età di solito ci si avvicina al pattinaggio artistico?

«Intorno ai 5 anni. A livello agonistico si può gareggiare solo dopo aver compiuto 8 anni. Più piccoli si inizia meglio è: i bimbi non hanno paura di pattinare né di cadere, mia figlia ad esempio è salita sui pattini quando aveva 2 anni».

Quali sono le caratteristiche di questo sport?

«Anche se principalmente mira allo sviluppo delle capacità individuali, il pattinaggio ha soprattutto l’obiettivo di far socializzare e stare insieme. E’ divertente perchè permette di muoversi, correre e stimolare la creatività, ed è anche bello da vedere perchè diventa un vero e proprio spettacolo da gustare».

Molti pensano sia uno sport soprattuto per ragazze.

«Questa è una convinzione diffusa, ma non c’è niente di più sbagliato dato che è prevista anche come specialità maschile e a coppie».

L’ABC Pattinatori Cupra ha già partecipato a gare agonistiche?

«Sì, a livello provinciale, regionale e nazionale. La nostra società organizza inoltre gare promozionali dove la competizione però è vista dal bambino come un gioco, un momento gioioso. Ogni anno ad agosto, al campetto “I Care”, c’è l’esibizione degli atleti della nostra scuola di pattinaggio, sia come singoli che come gruppo; si preparano le coreografie e si pattina con la musica. E’ un bel momento di aggregazione».

Dove vi allenate?

«Da aprile ad ottobre siamo sempre al campetto “I Care”, gestito dalla consulta giovanile. L’ho trovato subito adatto perchè ha la dimensione di un campo regolamentare, cioè 20 metri per 40. D’inverno invece abbiamo difficoltà a trovare un luogo dove allenarci al chiuso. A Cupra ci sarebbe la Palestra Polivalente, ma è stata dichairata inagibile al pattinaggio, mentre nel campo del Circolo Tennis per noi non c’è mai posto, quindi andiamo al Palazzetto dello Sport a Campofilone. Quest’anno però stiamo utilizzando la palestra della scuola elementare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.600 volte, 1 oggi)