MONTEPRANDONE – «Sono soddisfatto del pareggio perché conseguito contro una squadra forte e in un momento molto positivo. Gli abruzzesi ci hanno pressato per tutti i 90 minuti e hanno giocato una grandissima partita sul piano dell’intensità: davvero un’ottima squadra a cui faccio sinceri complimenti». E’ il parere di mister Sestilio Marocchi dopo il pareggio del suo Centobuchi contro il Luco Canistro.
Possiamo parlare di un punto guadagnato piuttosto che di due punti persi?
«Assolutamente sì: si tratta di un punto d’oro perché devo riconoscere che, anche se abbiamo avuto una buona occasione nel finale, gli abruzzesi ci hanno concesso davvero poco e niente: il pareggio è giusto, ma se una squadra meritava di vincere, non era certo la nostra».
Chi è stato il migliore dei suoi?
«Le partite si vincono e si perdono sempre e comunque in undici: nessun giocatore è in grado di fare la differenza da solo. A tutti i miei ragazzi va riconosciuto il grande merito di avere dato tutto quello che avevano in corpo, soprattutto nella ripresa. Non so quante altre squadre sarebbero riuscite a non perdere giocando contro questo Canistro».
La zona play off è lontana soltanto 4 punti: il Centobuchi sta iniziando a pensarci seriamente?
«L’obiettivo di inizio stagione era salvarsi senza passare dai play-out, che sono una vera e propria lotteria, un incubo già vissuto l’anno scorso e da non ripetere assolutamente. In questa stagione ogni volta che, in un periodo positivo, provavamo ad alzare il tiro delle nostre ambizioni, dovevamo tornare subito con i piedi per terra e ci ritrovavamo a un passo dalla zona retrocessione. Il nostro obiettivo è quindi raggiungere al più presto la quota salvezza e poi se ce ne sarà la possibilità…».
Eppure, mister, le prime della classe stanno rallentando parecchio e mancano ancora 8 giornate alla fine del campionato…
«Più ci penso e più mi rammarico per i tanti punti che abbiamo sciaguratamente perso per strada e con i quali ora potremmo fare ben altri discorsi. In questa stagione oltre alla sfortuna, abbiamo pagato i tanti infortuni e le troppe squalifiche, perciò penso che la classifica del Centobuchi sia un po’ bugiarda: avremmo meritato quei cinque o sei punti in più che, alla luce di questi risultati inattesi delle grandi, farebbero la differenza. Tuttavia sarà molto difficile raggiungere i play off».
Lamenta le troppe espulsioni: si è arrabbiato con Simoni che si è fatto espellere 10′ dopo il suo ingresso in campo?
«Quest’anno, ahimè, poche volte siamo riusciti a chiudere la partita in parità numerica. Ormai non me la prendo più» risponde un Sestilio Marocchi quasi rassegnato.
NOTIZIARIO L’unico squalificato in vista della partita interna col Bojano è il citato Simoni, mentre mancheranno Cameli, che sta ancora recuperando dall’infortunio, e Ciotti. Diverso il discorso per De Angelis che potrebbe recuperare in tempo per domenica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.138 volte, 1 oggi)