SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La classifica da puntellare, un calendario ostico, un’armonia perduta e che, almeno stando ai presupposti, sembra lontano dall’essere riacquistata. Segnali negativi per la Samb, segnali che, francamente, non inducono all’ottimismo.
La sosta del campionato, dopo le tre sconfitte di fila (nell’ordine: Lucchese, Perugia e San Marino in Coppa Italia), doveva fare tornare il sereno in casa rossoblu. E invece i dissapori tra il direttore sportivo Enzo Nucifora e l’allenatore Enrico Piccioni – è proprio questo lo “scoglio” più grande da superare – si sono acuiti.
Perché l’avvocato di origini siciliane nel frattempo ha messo in dubbio la posizione del tecnico sambenedettese, tanto che all’indomani del k.o. di Perugia si era deciso a dargli il benservito. Di più: nello spazio di una manciata di giorni, a cavallo del fine settimana appena trascorso, Nucifora avrebbe effettuato dei sondaggi sia con Salvatore Bianchetti, sia con Guido Ugolotti. E se anche alla fine, almeno questa è la sensazione, nessuno dei due si sistemerà in riva all’Adriatico, il “danno” è comunque bell’e fatto: per ricomporre la frattura in essere con Piccioni servirà un mezzo miracolo.
Lo stesso a cui, fatte simili premesse, deve appellarsi la squadra. Confidiamo – noi e i tifosi – nella volontà, da parte di Tinazzi e soci, di dimostrare tutto il loro attaccamento al tecnico sambenedettese, regalandogli una vittoria indispensabile come quella da ottenere contro l’Arezzo. In caso contrario, apriti cielo.
Per chi non l’avesse capito: è appena iniziata una delle settimane più delicate dell’intera stagione rossoblu.
NOTIZIARIO Allenamento pomeridiano per la Samb che ha sudato al campo Ciarrocchi di Porto d’Ascoli. Assenti solo Servi, alle prese con un problema al collaterale del ginocchio sinistro, e Alteri, che sta ancora curando la tallonite che lo tormenta dallo scorso novembre.
E’ tornato in gruppo Danilo Soddimo, reduce da una decina di giorni di riposo dopo l’operazione al polso sinistro fratturato in gennaio. L’esterno destro è parso in discreta forma, tanto che vederlo disponibile sin dalla trasferta di Crotone, in programma il 16 marzo, non sembra un’ipotesi campata in aria.
I rossoblu mercoledì sosterranno la solita doppia seduta. Giovedì pomeriggio invece test in famiglia per fare le prove generali in vista della partita contro l’Arezzo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.055 volte, 1 oggi)