Luco Canistro-Centobuchi 0-0

LUCO CANISTRO: Di Girolamo, Vernile, Zarini (dal 91’ Esposito) , Rachini (dall’ 86’ Marangon), Liguori, Antonelli, Regner, Vitone, Pedalino (dal 64’ Mariniello), Di Genova, Scibilia. A disposizione: Principe, Silvestri, Fontana, Udeze e Esposito
All. Vivarini (in panchina Lancia)

CENTOBUCHI: Merletti, Alessandrini, Giu. Pesce, Corradetti, Troli, Pini, Cesani (dal 71’ De Amicis), Coccia, Vidallè, Di Giuseppe (dal 68’ Simoni), Costescu
A disposizione : Di Giacomo, Trotta, Mozzoni, Frinconi e Romani
Allenatore Marocchi.

ARBITRO: Abbatista di Molfetta 5,5
ASSISTENTI: Cozzolino M. e Cozzolino V. di Ercolano.
AMMONITI: Liguori, Zarini, Troli
ESPULSO: al 77’ Simoni per doppia ammonizione
ANGOLI: Canistro 4-Centobuchi 2
RECUPERI: 2’ pt. , 5’ st.
NOTE: Si è giocato a Pescina per indisponibilità del campo di Luco. Giornata primaverile, temperatura 20°, terreno in ottime condizioni, spettatori 300 di cui una quarantina provenienti da Centobuchi con uno striscione.

PESCINA – Il Centobuchi ottiene un prezioso punto sul campo di una squadra che attualmente è una delle più in forma del girone e che sta costruendo fra le mura di casa una salvezza fino ad un paio di mesi fa altamente improbabile.
Vidallè in contropiede è stato autore di pregevoli giocate e da solo ha tenuto continuamente sulle spine l’ intera difesa avversaria. Soprattutto nel primo tempo la squadra adriatica ha sofferto la pressione dei marsicani che presentavano due giocatori velocissimi sulle fasce, il giovane argentino Regner sulla destra e il piccolo Scibilia sulla sinistra.
Per fortuna che in porta c’ era Merletti che è stato sempre reattivo e non ha sbagliato un’uscita. Tre sono stati i momenti focali di una partita maschia ma corretta: al 5’ Vitone batteva dal limite dell’ area una punizione per un fallo di Corradetti sullo sgusciante Regner: la botta dell’esperto centrocampista finiva prima sul palo poi sui piedi di Pedalino che insaccava, ma l’ arbitro Abbatista ( mediocre la sua direzione) fischiava il fuorigioco su segnalazione del guardalinee. Al 28’ su uno splendido assist di Regner, Pedalino veniva smarcato solo davanti a Merletti, ma sbagliava clamorosamente spedendo a lato. L’ultimo episodio chiave è stata l’espulsione di Simoni avvenuta al 77’ dopo soli nove minuti dal suo ingresso in campo: l’ ex giocatore della Samb è stato ammonito prima per un fallo al limite dell’area e poi per un brutto fallo su Rachini. A questo punto la sorte del Centobuchi sembrava segnata, ma la squadra ben guidata dagli esperti De Amicis e Vidallè si è riunita ed ha addirittura giocato meglio sfiorando il gol con Vidallè, anticipato da Di Girolamo in uscita.

Nel settimanale Riviera Oggi in edicola da lunedì foto, pagelle e interviste sul match

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)