SPINETOLI – Valorizzare la tradizione locale, il patrimonio culturale delle Marche. L’appuntamento è fissato per il 1° marzo dalle 16,30, all’Oasi “La Valle” di Pagliare, per l’iniziativa “Più saltarello per tutti”. L’evento promosso dal Comune di Spinetoli, in particolare dall’assessore alla Cultura Carlo Damiani, in collaborazione con l’assessore alla Cultura Olimpia Gobbi della Provincia di Ascoli Piceno, prevede un ciclo di sei incontri sul saltarello marchigiano, la partecipazione è libera e gratuita.

A questo recupero delle tradizioni culturali, collaborano i giovani organettisti come Massimo Lolli, l’Associazione Radici Migranti, e i gruppi come “I mazzamurelli de li sibillini”, “Castelraimondo”, “Marsia”, “Lu trainanà”, “Come se sona se balla”, che da anni svolgono attività di ricerca sul tema.

L’appuntamento del 1° marzo è sulla “riscoperta del saltarello e l’aggregazione intorno al saltarello: una lezione pratica di saltarello”. L’inizio con “I mazzamurelli de li sibillini” di Ortezzano è previsto per le ore 16,30 all’Oasi “La Valle” di Pagliare del Tronto.
L’incontro terminerà alle 19,30, tutti coloro che prenderanno parte all’iniziativa parteciperanno al buffet offerto dal Comune di Spinetoli. Alle 21,30 si prosegue con i balli e la musica del gruppo di Ortezzano e degli altri gruppi che aderiscono al progetto “Più saltarello per tutti”.

Gli altri incontri previsti si svolgeranno sabato 15 marzo, 5 aprile, 12 aprile, 26 aprile e 17 maggio. Per informazioni contattare Lorena Fioravanti 347-5989002, Manuela Pulcini 328-8288051

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.129 volte, 1 oggi)