SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sono in circolazione numerori saggi su Bettino Craxi, ma poco si è scritto di Benedetto, cioè sulla formazione precedente al 1976 del leader socialista. Per l’appuntamento con “Incontri con gli Autori”, organizzati dall’Amministrazione comunale in collaborazione con la Libreria la Bibliofila, sabato 1° marzo, ore 17.30, all’Auditorium della Biblioteca comunale, Paolo Pillitteri presenta Quando Benedetto divenne Bettino, il suo ultimo libro, dedicato alla figura di Craxi. Interverranno all’incontro in qualità di relatori gli avvocati Mauro Calvaresi e Leo Sestri e l’architetto Giuseppe Savini.

Il libro ricostruisce le basi dell’ascesa politica del leader a partire dalla Milano del 1960. Sul finire degli anni Cinquanta, la città lombarda diventa laboratorio politico nazionale, anticipando di ben tre anni il primo governo di centrosinistra. Pillitteri porta una testimonianza diretta di quegli anni, attraverso episodi inediti che rivelano un Benedetto che ha grande stima degli avversari politici, soprattutto d’area democristiana e comunista, laico ma non anticlericale, generoso verso chi necessita di solidarietà politica, già figura autoritaria e dalle idee politiche precise. Benedetto, dunque, è fondamentale per il passaggio a Bettino.Paolo Pillitteri, scrittore e giornalista cinematografico milanese, è stato uomo politico, ricoprendo la carica di deputato e di sindaco di Milano. Docente di storia del cinema allo IULM dal 1984 al 1992, è autore di numerosi scritti fra cui: “Anna Kuliscioff“, 1986; “Maestri Autori Eventi“, 1986; “Fra suspense e psicanalisi. Il cinema di Alfred Hitchcock“, 1991; “Un cuore grande così: Edmondo De Amicis“, 1989; “Cinema come politica”, 1992; “Io li conoscevo bene”, 1994 e “La Baracca di Fellini”, 1995.

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 830 volte, 1 oggi)