SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si sa, il cane è il miglior amico dell’uomo, da oggi tuttavia, anche della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto.
È stato infatti l’infallibile fiuto di “Oplà“, un cane antidroga in servizio presso le Fiamme Gialle di San Benedetto, a portare, martedì 26 febbraio, alla scoperta di 1.774 grammi di marijuana che un trentenne nigeriano custodiva, suddivisi in tre “pani”, all’interno del suo zaino presso la stazione ferroviaria, in attesa di prendere un treno diretto al Nord Italia.
Il “Rex” nostrano con un solo cenno ha fatto scattare l’attenzione dei militari nei confronti del nigeriano che ha tentato una precipitosa fuga, durata solo pochi attimi. Sono subito scattate le manette per N. R., queste le iniziali del nigeriano, denunciato anche per violazione alle leggi sull’immigrazione, in quanto sprovvisto di regolari documenti di riconoscimento.
Le indagini proseguono ora alla ricerca dei canali di approvvigionamento della droga, indagini che verranno effettuate analizzando i due telefoni cellulari trovati tra gli effetti personali del nigeriano, ora sotto sequestro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.749 volte, 1 oggi)