Ascoli Basket-Basket Club San Benedetto 84-75
ASCOLI: Pasqualini 19, Elia 15, Bassi 1, Sacripanti, Ognjenovic 21, Musumeci 21, Negrini 7, Nanni, Mattei, Ciccanti. Allenatore: Caponi.
SAN BENEDETTO: Ciardelli 17, Martinez 2, Valori 16, Ciccorelli 8, Mattioli 10, Zattin 5, Falà 15, Bolognesi 2, Bruni, Camerano. Allenatore: De Santis.
Arbitri: Scanu e Balletti.
Parziali: 27-22, 51-38, 65-58.
ASCOLI – Derby sfortunato per il Basket Club San Benedetto, capace di andare sotto di 15, rimontare ma arrendersi nei minuti finali a causa dei troppi errori commessi.
L’Ascoli Basket, battuto all’andata di venti punti, si è così vendicato, imponendosi davanti ai propri tifosi per 84-75. Una sconfitta che rappresenta un campanello d’allarme per i ragazzi di coach De Santis, ora al terzo posto assieme ad altre due squadre, mentre le prime della classe Cagli e Tolentino allungano.
Primo quarto spettacolare. Le due squadre si affidano alla velocità, con un ispirato Valori bravo a replicare al duo Ognjenovic-Musumeci (27-22). Nei secondi 10′ l’Ascoli spinge po’ sull’acceleratore grazie a uno scatenato Pasqualini, mentre un Basket Club con Martinez menomato da un problema alla gamba arranca e finisce sotto anche di 15, prima di chiudere sul 51-38.
La pausa giova agli ospiti che si ripresentano sul parquet più determinati. Ancora Valori e Falà indovinano buone giocate e rosicchiano lo svantaggio (65-58). Dopo pochi minuti dall’inizio dell’ultimo quarto la rimonta è perfezionata, e le due squadre lottano ora punto su punto.
A 120” dalla sirena il Basket Club commette però una serie di errori al tiro che consente ad Ascoli di piazzare l’allungo decisivo. Sabato (1° marzo, ore 21) il team di coach De Santis tornerà al PalaSpeca dove affronterà il Marzocca.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.100 volte, 1 oggi)