Porto d’Ascoli-Vis Carassai 1-2
PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Marinelli, Fiorino (80’ Rossi), Sansoni, Filipponii, Novelli, Piergallini, Orefice (50’ La Riccia), Maurizi, Di Filippo, Straccia (68’ Berganzi), Di Girolamo. A disposizione: Induti M, Induti A, Sgattoni. Allenatore: Deogratias.
VIS CARASSAI (4-1-3-2): Cipollaro, Palestini (46’ Camaioni), Giovannozzi, Giancaterino, Silvestri, Aria, De Angelis, Gentili, Spinucci, Brandimarte, Vita (79’ De Cesare). A disposizione: Terenzio, Massi. Allenatore: Silvestri.
ARBITRO: Frapiccini di Macerata.
MARCATORI: 40’ Fiorino (PDA), 66’ Brandimarte rig, 84’ Brandimarte.
SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Polemiche e veleni al triplice fischio della sfida tra il Porto d’Ascoli e la Vis Carassai. La compagine di mister Deogratias recrimina sul rigore concesso all’avversario con il quale aveva momentaneamente pareggiato l’incontro. E pensare che nel corso del primo tempo i locali erano passati in vantaggio dimostrando una certa supremazia scemata poi nella ripresa.
Si nota sin dalle prime battute che entrambe le formazioni non intendono cedere la posta in palio. Al 12’ è una gran botta di Straccia a costringere Cipollaro a respingere di pugno, la sfera giunge a Di Girolamo ma l’estremo difensore ospite blocca.
Al 22’ ci prova Di Filippo in rovesciata, ancora Cipollaro fa sua la presa. Orefice alla mezzora direttamente su calcio piazzato manda la palla fuori. Il Porto d’Ascoli preme e al 40’ arriva il gol. Cross di Sansoni, vellutata spaccata di Fiorino che indirizza la sfera in rete. La Vis Carassai si affida al suo bomber Brandimarte e a De Angelis, ma entrambe le conclusioni terminano sul fondo.
La ripresa si apre con il fattaccio. Al 51’ Spinucci dà l’illusione ottica del gol. Al 57’ Brandimarte allunga per Vita, dinanzi a Marineli si fà anticipare da Novelli. Poco dopo Gentili batte una punizione centrale, Marinelli si distende e allontana, Gentili giunge in rovesciata e Marinelli si rifugia in angolo.
Sugli sviluppi del corner, l’arbitro si inventa una irregolarità in area e decreta il penalty. Inutili le proteste locali. Sul dischetto và Brandimarte che realizza.
Continuano le proteste biancocelesti per il pari ospite, a farne le spese è il dirigente accompagnatore Fiorino che al 77’ viene espulso. Trascorrono 7’ e la Vis Carassai passa in vantaggio. De Cesare di testa, serve all’indietro Brandimarte, al volo trafigge Marinelli.
Poi tocca a Di Girolamo ricevere il rosso a partita conclusa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 729 volte, 1 oggi)