ASCOLI PICENO – Sempre in bilico tra l’arte e il cattivo gusto, tra la decorazione e l’atto vandalico, le scritte sui muri rimangono al centro delle polemiche, soprattutto quando vengono imbrattate le pareti degli edifici pubblici.
Nei giorni scorsi grazie alla segnalazione della Digos e al pronto intervento dell’arma dei Carabinieri di Villa Pigna, due minorenni residenti a Folignano sono stati colti sul fatto mentre imbrattavano i muri di edifici pubblici nel loro Comune.

I due giovani, accompagnati nella locale Caserma, dopo essere stati identificati dalle Forze dell’Ordine sono stati riconsegnati alle famiglie perché minori di diciotto anni.

Per scoraggiare altri simili atti, il Sindaco di Folignano Pasquale Allevi, ha reso noto che intende chiedere alle rispettive famiglie il rimborso delle spese sostenute dall’amministrazione comunale per la bonifica dei muri imbrattati con le sigle e le scritte.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.178 volte, 1 oggi)