SAN BENENDETTO DEL TRONTO – Contro il Monsampolo il Porto d’Ascoli ha mancato di un soffio l’aggancio alla Jrvs, in seconda fila. Facile intuire che i biancocelesti stiano preparando con grande attenzione e voglia la partita di sabato prossimo, al Ciarrocchi, contro la capolista Vis Carassai.
Sfida dal sapore particolare: all’andata l’undici di Deogratias rimediò una sonora sconfitta. Ora è un altro Porto d’Ascoli, più sicuro e più motivato e che certamente farà di tutto per prendersi una bella rivincita.
Mister, cosa teme di più di questa sfida?
«Conosciamo i valori della Vis, ma ce la giocheremo a viso aperto. Ai ragazzi dico sempre di non guardare il valore di chi incontriamo perché le difficoltà si incontrano sempre. Ciò che conta sarà l’approccio alla gara, bisogna rimanere umili. Sono contento perché la squadra mi sta seguendo».
Il tecnico Sivestri ha detto che vincerà chi sbaglierà di meno. E’ d’accordo?
«Nel calcio è così. Se prendiamo la gara scorsa, grande rammarico per non aver sfruttato le tante occasioni create e gli errori altrui. Potevamo vincere invece abbiamo pareggiato».
Mancano 9 giornate al termine. Un pensierino al primo posto l’avete fatto?
«I ragazzi tra loro ne parlano. Tuttavia credo che dobbiamo guardare sempre a casa nostra, migliorare perché gli errori li facciamo anche noi. Alla classifica diamo un’occhiata ma il nostro obiettivo è fare più punti possibili. Siamo realisti, dobbiamo rimanere tra i primi cinque».
BORSINO Rientra dopo la squalifica Induti. Perozzi sarà costretto, quasi sicuramente, a dare forfait per un lieve stiramento al bicipite femorale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 390 volte, 1 oggi)