SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Epilogo sempre più vicino, campionato ancora più avvincente. La ventunesima giornata del girone C di Serie C2 ha riaperto, anche se solo parzialmente, i giochi promozione.

“Colpa” della vittoria di misura della Torrese contro la capolista Monturano. La distanza tra le due formazioni rimane ancora consistente, ma non si può certamente affermare che tutto sia deciso. Stesso discorso in zona play-off dove si riaffaccia prepotentemente la Virtus Samb che, in quello che era stato definito un vero e proprio spareggio, surclassa il Futsal Porto San Giorgio riducendo le distanze a un solo punto. E proprio i sangiorgesi detengono attualmente l’ultima piazza disponibile per accedere ai play-off: insomma, la Virtus può definirsi in piena corsa.

Riguardo al match, dopo essersi portati in vantaggio con Zaica, i sambenedettesi subivano un calo ed andavano al riposo sotto per due reti ad una. Nella ripresa non c’era storia. Un’ottima Virtus diventava padrona del campo e surclassava gli avversari. Gio Palestini pareggiava con un bolide incredibile. Talamonti con una pregevole giocata realizzava il vantaggio rossoblu. Gli ospiti tentavano di contrastare le giocate dei sambenedettesi che con Lucidi sfioravano il gol. Fanesi realizzava la quarta rete e Fiori poneva il sigillo finale ad una formazione sangiorgese apparsa un po’ sotto tono. Ora per i sambenedettesi una dura trasferta nella tana della capolista.

Finisce invece in parità il derby tra il Caffè Portos e la Riviera delle Palme dopo una partita densa di colpi di scena e in bilico sino all’ultimo secondo. Buon inizio dei padroni di casa che mettono alle corde i rivieraschi con una buona circolazione di palla. Ma la Tecno di rimessa si rendeva anch’essa pericolosa. Verso la metà della prima frazione di gioco il Portos si portava in vantaggio con Sansoni, a conclusione di un’ottima azione corale. E nel finale lo stesso Sansoni sciupava il raddoppio vanificando un tiro libero.

Nella ripresa, Sciamanna conquistava un calcio di punizione al limite dell’area e Leonardo Grossi con un tiro non potente ma preciso beffava Seproni per il pareggio della Tecno. Il Portos non si abbatteva e si riportava di nuovo in vantaggio, stavolta con Marco Travaglini, anch’esso con un preciso tiro dalla trequarti che s’infilava a fil di palo.

Verso la metà della seconda frazione di gioco, in pochi minuti la Tecno perdeva in sol colpo i fratelli Grossi: Leonardo per doppia ammonizione ed Arcangelo per un problema muscolare. Ma i monteprandonesi non riuscivano a sfruttare il momento di empasse della Tecno che, nonostante tutto, riusciva ancora a pareggiare con Bellavia, complice un’indecisione dell’estremo difensore del Portos, Seproni. Il Portos buttava alle ortiche altre due occasioni per passare in vantaggio su tiro libero mentre invece la Tecno, nell’unico tiro dai nove metri concesso loro dall’arbitro, si portava in vantaggio con Candellori. Il forcing dei padroni di casa per pareggiare produceva un’ulteriore tiro libero e stavolta Tamburrini infilava il bravo Errera.

Partita chiusa? No. Palla al centro per riprendere e Sciamanna scagliava un tiro che tra l’incredulità di tutti si insaccava alle spalle del portiere monteprandonese, in serata “no”. Un duro colpo per i ragazzi di mister Caimmi che, pur tuttavia, all’ultimo secondo di gioco, sfruttando l’uomo di movimento in più al posto del portiere, riuscivano ad impattare con De Vecchis, ben assistito da Travaglini. E stavolta era veramente la fine per un pareggio che probabilmente scontenta entrambe le formazione. Il Caffè Portos per aver avuto in mano il pallino del gioco per gran parte del match; la Tecno perché, pur in difficoltà, a pochi istanti dal termine aveva la vittoria a portata di mano.

Entrambe le formazioni hanno comunque le carte in regola raggiungere una salvezza tranquilla. L’obbligo è comunque non rallentare dato che la classifica rimane ancora molto corta, soprattutto in zona play-out, nella quale è piombata la SBT F.C., sconfitta sul campo del San Crispino. Brutto il passo falso per i ragazzi di mister Trovarelli, soprattutto perché maturato contro una diretta concorrente per la salvezza. La sconfitta nel derby della settimana scorsa sembra aver lasciato qualche scoria di troppo nei sambenedettesi. Dopo aver chiuso la prima frazione di gioco in vantaggio per 1-2, nella ripresa i rossoblu pagavano una condizione non ottimale di alcuni suoi uomini di punta e subivano la rimonta elpidiense. Le reti sambenedettesi portano la firma di Pica, Novelli e Marchei.

Occorre quindi ricompattarsi al più presto e tornare a fare punti anche se il prossimo turno non sarà dei più agevoli dato che i sambenedettesi incontreranno un Bocastrum lanciatissimo verso la conquista della terza piazza. Prossimo turno sulla carta agevole per il Portos che farà visita al fanalino di coda Amatrice. Ma in casa i laziali sembrano poter dire loro, anche a causa di diverse assenze in casa monteprandonese. La Tecno riceve il San Crispino.

Questo il quadro completo relativo ai risultati della ventunesima giornata (sesta del girone di ritorno) del girone C di Serie C2. A seguire la classifica.

Futsal Amatrice – A.B. Cascinare 6 – 5, Montappone – Atletico Trodika 2 – 3, Bocastrum United – Fontespina C5 5 – 3, Virtus Samb – Futsal Porto San Giorgio 5 – 2, Pamar Civitanova – Offida 12 – 9, Torrese – Real Monturano 4 – 3, Caffè Portos – Riviera delle Palme 4 – 4, San Crispino – SBT F.C. 6 – 3

CLASSIFICA

Real Monturano 48; Torrese 44; Atletico Trodika 43; Bocastrum United, Futsal Porto San Giorgio 37; Virtus Samb 36; Riviera delle Palme* 28; Caffè Portos 27; Montappone 26; Atletico Bivio Cascinare 25; SBT F.C.*, Pamar Civitanova 24; San Crispino 23; Fontespina 21; Offida 19; Futsal Amatrice 11

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 875 volte, 1 oggi)