GROTTAMMARE – Più di un’ora a guardarsi negli occhi, per capire cosa è successo. Il Grottammare a rapporto da allenatore e direttore sportivo. La dirigenza biancazzurra c’è rimasta male: non se l’aspettava proprio di perdere dopo ben 3 mesi di imbattibilità contro l’ultima della classe (il Cologna Paese).
Lo scivolone di domenica scorsa è un’altra di quelle occasioni buttate nel cestino: il Campobasso battuto dal Canistro continua a perdere colpi, Sangiustese e Renato Curi hanno pareggiato. Insomma, Bucchi e soci con una vittoria avrebbero potuto recuperare alla coppia di capoliste ben due punti.
Ecco allora che martedì pomeriggio, alla ripresa degli allenamenti, nella settimana che porterà il Grottammare all’impegnativa trasferta sul campo della Sangiustese, mister Domenico Izzotti e il direttore sportivo Pino Aniello si sono intrattenuti con i giocatori nel chiuso degli spogliatoi. Il motivo del confronto? Trovare risposte plausibili in merito alla sconcertante prestazione di domenica.
«Una prestazione da dimenticare» sintetizza Izzotti. «Abbiamo interpretato male la partita, ma una giornata storta può capitare dopo 11 turni di imbattibilità. Il Cologna Paese si è dimostrato la nostra bestia nera: ci ha tolto sei punti».
Ritiene troppo severo il risultato finale?
«No, il risultato è giustissimo perchè è frutto di una prestazione non all’altezza delle nostre possibilità. Mi assumo le mie responsabilità e colgo l’occasione per scusarmi con tutti i tifosi. Tuttavia sono consapevole che quello visto domenica non è “il mio” Grottammare».
Avrebbe mai creduto di perdere un’imbattibilità durata tre mesi contro l’ultima in classifica?
«Onestamente no».
L’obiettivo è ancora il primato o è meglio iniziare a pensare solo ai play-off?
«E’ presto per poterlo dire. Per ora a me interessa, prima di qualsiasi altra cosa, che il Grottammare ritrovi il carattere e le ottime prestazioni che lo hanno contraddistinto prima di domenica».
Firmerebbe per un pareggio con la Sangiustese?
«Alla vigilia non mi accontento mai del pareggio: se poi dovesse arrivare, sarebbe un buon risultato. Andremo a Monte San Giusto per cercare di fare bottino pieno. L’importante ad ogni modo sarà non perdere».
NOTIZIARIO In forse per la partitissima di domenica prossima sia il portiere Domanico che il difensore Lopetuso. Tealdi invece dovrebbe farcela.
Fermo anche Curzi (ha un ginocchio gonfio), il quale comunque non sarebbe stato disponibile per Monte San Giusto in quanto squalificato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 618 volte, 1 oggi)