MARTINSICURO – Novità per la raccolta differenziata a Martinsicuro. Da un incontro avuto ieri, lunedì 18 febbraio, tra il sindaco Di Salvatore ed alcuni esponenti della maggioranza, i capigruppo di opposizione Mauro Paci e Paolo Camaioni, e Gabriele Ceci, presidente della Poliservice, ditta che a breve subentrerà alla Manutencoop nella gestione dei rifiuti solidi urbani a Martinsicuro, si è cercato di capire quale potrebbe essere la soluzione ottimale per rendere il servizio più efficiente e incrementare la raccolta differenziata, che attualmente è ferma al 46% (era al 47,60% nel 2004 e al 44,90% nel 2005).

Attualmente infatti, diverse sono le concause che rendono il ritiro della spazzatura difficoltoso e che generano malumori tra i cittadini. L’attuale sistema “porta a porta” prevede la raccolta solo dell’umido e del secco, che viene depositato in cassonetti appositi. Per legge tali contenitori dovrebbero restare all’interno delle abitazioni per essere messi in strada solo nelle giornate stabilite per il ritiro, ma di fatto stazionano perennemente lungo le vie.

Per gli altri materiali quali carta, vetro e plastica la raccolta viene fatta attraverso le campane disposte nelle specifiche isole ecologiche. Dall’incontro di ieri in Comune è emerso che l’amministrazione sarebbe intenzionata ad effettuare un tipo di raccolta porta a porta “integrale”, nel senso che tutti i materiali riciclabili verrebbero ritirati sotto ogni abitazione. Scomparirebbero quindi i cassonetti dell’umido e del secco, come le isole ecologiche. I cittadini verrebbero forniti da contenitori personali da riempire ed esporre fuori casa in giorni prestabiliti, a seconda del materiale da consegnare.

Il nuovo tipo di raccolta differenziata potrebbe entrare in vigore in via sperimentale già nel prossimo mese di maggio nella zona centrale di Martinsicuro, all’atto della scadenza del contratto con la Manutencoop.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.457 volte, 1 oggi)