CUPRA MARITTIMA – Caso Gestor: la società che si occupa della riscossione delle tasse e imposte dei cittadini cuprensi è sotto l’occhio del ciclone per alcuni comportamenti “allegri” in diverse città italiane. L’assessore al Bilancio Carmine Chiodi però, da noi interpellato al riguardo, usa parole rassicuranti.

La Gestor vi sta versando le somme dovute?

«Nei mesi scorsi abbiamo riscontrato che la società in questione non rispettava le date nelle quali doveva effettuare i versamenti. Ci sono pervenuti solo gli acconti e parte dell’Ici ma non hanno mai rendicontato gli altri servizi del 2007».

Avete preso provvedimenti?

«Appena ci siamo accorti che c’erano dei problemi, cioè a maggio, abbiamo richiesto la risoluzione immediata del contratto ma loro cercavano di calmare le acque. Ci siamo allertati subito perchè un ritardo di pagamento è sintomo di qualcosa che non va».

Poi cos’è successo?

«Siamo entrati in una fase di stallo in cui, muovendoci prontamente per chiedere spiegazioni, la Gestor cambiava amministratore ogni settimana. In questo modo si rallentavano le operazioni e si perdeva in continuazione il filo della questione. Era diventato difficoltoso parlarci, loro si sentivano messi alle strette e reagivano di conseguenza. Hanno lasciato all’abbandono gli uffici periferici e inoltre i rappresentanti territoriali ci riferivano notizie e informazioni non veritiere riguardo la situazione della società».

Fino ad oggi chi si è occupato delle entrate?

«Da maggio è il Comune che si occupa della riscossione diretta delle entrate, alla Gestor spettavano solo gli aggi. L’Ici, ad esempio, è stata riscossa in gran parte in maniera diretta».

Eravate al corrente di ciò che acadeva negli altri Comuni d’Italia?

«Siamo divenuti a conoscenza dei suoi problemi di liquidità, dei mancati versamenti in diversi Comuni d’Italia e di tutte le notizie che facevano riflettere, ecco perchè abbiamo fatto la voce grossa».

In che misura in Comune è danneggiato?

«In un ente gestito come un’impresa la mancanza di liquidità è un’ulteriore perdita di denaro».

Che rapporti ci sono ora tra la Gestor e il Comune di Cupra Marittima?

«Siamo in una fase di ridefinizione dei rapporti: la Gestor ha promesso che nel giro di due mesi restituirà le somme dovute. Lunedì 11 febbraio ci sarà l’ultimo incontro nel quale chiariremo le nuove regole contrattuali che accompagneranno la collaborazione fino al 31 gennaio 2009, cioè fino alla scadenza naturale del contratto».

Perchè volete arrivare fino al 31 gennaio 2009 visti i disagi procurati?

«Ci sono sempre stati buoni rapporti tra il Comune di Cupra Marittima e la Gestor, ora che il problema si sta normalizzando si può arrivare alla data di scadenza del contratto».

Questa vicenda avrà ripercussioni sui cittadini?

«I cittadini di Cupra possono stare tranquilli perchè chi amministra i rapporti con la Gestor è sempre stato vigile e attento».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.313 volte, 1 oggi)