SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rifiuti, smaltimento e raccolta differenziata: argomento tristemente diffuso in questo periodo. Un impegno, quello di non portare il “Napoli style” nelle nostre strade, ora divenuto improvvisamente improrogabile.
Ha iniziato da qualche giorno l’amministrazione comunale con la raccolta differenziata e con gli speciali sacchetti sumus” ideati per raccogliere gli avanzi organici (fondi di caffé, scarti di cucina, carta) senza fuoriuscita di cattivi odori, sacchetti consegnati al quartiere Agraria, e alle attività commerciali del centro di San Benedetto.
E se all’Agraria le cose sono partite un po’ prima, al centro della città ancora l’iniziativa è alle battute iniziali. Qui la consegna di materiale informativo e di sacchetti è partita lunedì 11 febbraio in quasi tutte le attività commerciali (alcune hanno ricevuto il “kit” solo nella giornata di ieri, 13 febbraio).
La quotidiana raccolta differenziata verrà coadiuvata dal servizio, eseguito dalla Picenambiente, di raccoltaporta a porta” di materiale umido di carta e cartone e di multimateriale (vetro, plastica e alluminio).
Gli esercenti del centro hanno accolto questa iniziativa con ottimismo, nonostante le difficoltà date dal dovere in continuazione selezionare i rifiuti.
«È una cosa buona sebbene difficoltosa da realizzare – ha dichiarato Enrico Cappellini del ristorante “Il posto Giusto” in via Roma – complica il lavoro, ma il fine è ottimo».
Soddisfatta anche Sonia Avanzi della panetteria-pasticceriaColonnella”, sempre in via Roma: «Vengo da Trento, lì da anni sono attivi tali servizi, era ora che lo facessero anche a San Benedetto».
Il signor Dino Iachini del bar “Eagle” di Corso Mazzini spera che questa iniziativa porti a una riduzione della tassa sui rifiuti e ha commentato a proposito, non nascondendo una punta di scetticismo, «l’iniziativa comunque è buona sempre se tutto procede come deve».
Dalla cioccolateria-vineria “Bouquet&Gourmet” di via Ugo Bassi, la signora Roberta Pierantozzi si mostra entusiasta, «noi la raccolta differenziata l’abbiamo sempre fatta – ha dichiarato – ma ora la cosa è più diffusa e ciò non può essere che positivo».
Gli esercizi del centro hanno tutti ricevuto l’opuscolo informativo ma non tutti hanno invece i sacchetti “sumus” o i cartoni necessari a contenere i rifiuti da esporre fuori dalla loro attività. Inoltre la Picenambiente che dovrebbe passare a raccogliere il materiale “umido” tutti i giorni, esclusi i festivi, dalle 18 alle 20.30; carta e cartone il martedì per tutti, il venerdì in zona sud (da via Giovanni XXIII / via Crispi fino a via Raffaello Sanzio inclusa), il sabato in zona nord (da cia Sanzio esclusa fino a via Roma) e il multimateriale il lunedì, il mercoledì, il venerdì e la domenica dalle 14 alle 16, ancora non si è fatta vedere. Dal Comune fanno sapere che si sta lavorando per eliminare i disservizi iniziali, che ancora si è in una fase sperimentale ma che a breve tutto procederà come stabilito.
Tuttavia chi volesse avere delucidazioni più dettagliate può contattare la Picenambiente allo 0735 757077, dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13.30 o l’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune allo 0735 794555.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.222 volte, 1 oggi)