SAN BENEDETTO DEL TRONTO – In merito all’articolo “Giovani, sambenedettesi, e già delusi“, da noi pubblicato martedì scorso, riceviamo e pubblichiamo la risposta del Comune di San Benedetto. Ci auguriamo che il nostro articolo consenta a tutti di chiarire i malintesi che, evidentemente, si sono verificati.

Rifare il sito internet del Comune richiede una spesa stimata intorno ai 25 mila euro, cifra che non era stanziata nel bilancio dell’Ente nel periodo in cui i cinque giovani che hanno partecipato al progetto “sito internet partecipato” (maggio-giugno 2007). Ma un’Amministrazione comunale agisce proprio in base agli stanziamenti di bilancio, ed è quindi evidente che se un impegno non è presente nel bilancio di un anno, si dovrà attendere quantomeno il bilancio dell’anno successivo. Ora, anno 2008, la somma è stanziata, e infatti il bando per individuare l’azienda che realizzerà il nuovo sito verrà emesso entro il mese di febbraio.

Il lavoro svolto dai cinque ragazzi (Valeria Capriotti, Silvia De Cesaris, Simone De Vecchis, Marco Menozzi, Barbara Poli) verrà preso in considerazione per la preparazione del nuovo sito, sicché le loro idee e il loro lavoro non vanno affatto “sprecati“. Anche in mancanza dello stanziamento per il nuovo sito internet si è preferito svolgere comunque il progetto per il “sito internet partecipato”, in modo da anticipare il coinvolgimento dei ragazzi, e l’espletamento di tutti i passaggi amministrativi, compreso il pagamento del corrispettivo.

Spiace constatare che i cinque ragazzi non si siano mai informati presso il Comune sullo stato di avanzamento della realizzazione del nuovo sito, ma abbiano preferito rivolgersi direttamente alla stampa, forse vittime di una tendenza ormai diffusissima a chiedere visibilità piuttosto che la soluzione ai problemi.

Infine, sia con questo progetto, che con uno analogo nel settore Sviluppo del territorio e dell’economia urbana (in vista del nuovo Piano regolatore), e in generale nel settore Manutenzione e qualità urbana e negli altri, l’Amministrazione comunale sta coinvolgendo per la prima volta, in maniera specifica, giovani tecnici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 874 volte, 1 oggi)