SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quattro anni, gli ultimi, di crescente attività per la “ricicleria” di San Benedetto. Si è stimato infatti che nel periodo compreso tra il 2003 e il 2007, il quantitativo di materiale da mandare al recupero e portato dai cittadini presso la “ricicleria” comunale in contrada Monte Renzo 25, è più che raddoppiato, si è passati infatti da 413.100 a 859.460 chilogrammi. Un incremento del 108,10%, che è arrivato a toccare punte del 143,10% per il vetro.
La “ricicleria”, gestita dalla Picenambiente, ha “ricevuto” nel 2007 i rifiuti di circa 3.572 famiglie sambenedettesi, con un incremento rispetto al 2003 del 121,3%.
Questi risultati sono naturalmente legati anche agli incentivi che si hanno rispetto la Tarsu, la tassa sui rifiuti solidi urbani. Infatti le famiglie che nel corso di un anno portano alla “ricicleria” almeno 30 chili di materiale da riciclare per ogni componente del nucleo familiare hanno uno sconto sulla Tarsu del 10%. Quelle che invece ne portano 60 per ogni componente ottengono uno sconto del 20%, mentre uno sconto del 30% è applicato a chi conferisce rifiuti pari a 90 chili per ogni componente.
Inoltre dal 2006 al 2007 ha avuto un notevole incremento il quantitativo di plastica conferita che è passato da 27.536 a 38.163 chili, mentre è diminuita del 55,8% la quantità di alluminio che nel 2007 ha raggiunto i 1.109 chilogrammi.
La “ricicleria” è aperta tutti i giorni, eccetto la domenica, dalle ore 7.30 alle 12.45.
Per informazioni contattare la Picenambiente al numero 0735 757077.
Infine, il servizio di raccolta differenziata per il materialeumido”, partito recentemente presso il quartiere Agraria e presso i pubblici esercizi del centro cittadino, si pensa verrà esteso anche al resto della città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 843 volte, 1 oggi)