SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tempo di tornare alle urne. I 3780 cittadini che si sono recati a votare alla primarie del 14 ottobre 2007 sono chiamati a votare nella giornata di domenica 17 febbraio per dare il loro contributo ed esprimere la loro preferenza nella costruzione del Partito Democratico.
Domenica si voterà per il coordinatore locale del circolo del Partito Democratico, per il delegato comunale e per quello provinciale.
Chiunque si voglia candidare può farlo, basta presentare la propria candidatura entro le ore 12 di sabato 16 febbraio.
Chi non avesse votato alle primarie del 14 ottobre e volesse tuttavia candidarsi può ugualmente farlo purché presenti la sua candidatura sostenuta da cinque firme raccolte tra i votanti delle primarie.
Si voterà a partire dalle ore 11 fino alle 20 con le stesse modalità a San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno, Grottammare, Cossignano, Ripatransone, Carassai, Montalto Marche, Massignano, Cupra Marittima, Montefiore dell’Aso, Monteprandone, Acquaviva Picena e Monsampolo.
A San Benedetto sono stati allestiti tre seggi. Il primo, il Circolo di San Benedetto Nord, presso la sede dell’Unione in via Balilla 39. In questo circolo votano i cittadini che nella loro scheda elettorale hanno i numeri di sezione che vanno dall’1 al 14.
Il secondo, il Circolo di San Benedetto Centro, presso l’auditorium comunale; qui votano i cittadini che hanno i numeri di sezione che vanno dal 15 al 28. L’ultimo seggio, il Circolo di Porto d’Ascoli, presso il Circondario della provincia in via Mare, largo Danubio;qui possono votare i cittadini con i numeri di sezione che vanno dal 29 al 43.
A Grottammare si voterà invece in sala consiliare, a Ripatransone presso la sala Ascanio Condivi, a Monteprandone presso la sala convegni che si trova in piazza dell’Unità di Centobuchi, ad Acquaviva presso la sala Consiglio comunale di via Fonte Palanca e a Monsampolo si voterà nella sala convegni sita in Piazza Bachelet a Stella di Monsampolo.
LE TRE SCHEDE A San Benedetto e Ascoli i votanti riceveranno tre schede. Una scheda rossa sulla quale votare il segretario del circolo cittadino, una sola preferenza, uomo o donna indistintamente. C’è poi una scheda bianca con i delegati dell’Unione comunale, ci saranno due elenchi, uno con i candidati di sesso maschile e l’altro con i candidati di sesso femminile, qui si dovranno scegliere due nomi, obbligatoriamente un uomo e una donna, altre possibili scelte fatte (una sola preferenza, due uomini, due donne), annulleranno il voto. Nell’ultima scheda, verde, invece si esprimerà la propria preferenza per i delegati provinciali, anche questa riporterà due elenchi, una con i candidati di sesso maschile e l’altra con quelli di sesso femminile, si possono fare sei preferenze, obbligatoriamente tre uomini e tre donne.
Per quanto riguarda invece gli altri Comuni, nonostante le modalità di voto siano le medesime, ci saranno tuttavia solo due schede, la rossa e la verde e nella scelta dei delegati provinciali (scheda verde) è possibile esprimere solo quattro preferenze, obbligatoriamente due uomini e due donne.
Chi si presenterà a votare potrà volontariamente scegliere di lasciare un contributo di 5 € e riceverà l’attestato di fondatore del circolo del Pd.
Chi vuole presentare la propria candidatura o avere informazioni in merito può telefonare ai responsabili della fondazione, Silvano Evangelisti, al numero 3475544878 o Alessandra Ruggeri 3288645343 oppure può rivolgersi presso la sede Ds di Porto d’Ascoli in via Damiano Chiesa 12 o presso la sede dell’Unione di San Benedetto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.736 volte, 1 oggi)