SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Valentino, festa degli innamorati. Per molti quella del 14 febbraio suona come una festa banale, dettata dal consumismo, che di profondo ha ben poco. Tanti la odiano perché sono single o delusi da un amore finito, altri la amano perché la sentono propria. Forse spetta ad ognuno di noi darle un significato più vero, un valore diverso che vada al di là del fiore, del peluche o della poesia, regali che fanno parte ormai di una consuetudine che si ripete ogni anno.

Un fiore, una telefonata, un sms… ma anche solo un gesto d’affetto per dire all’altro quanto sia importante. Anche una preghiera è dimostrare amore. E’ la festa di chi ama. Amore non solo di coppia, ma un amore che va oltre, un amore universale, un amore verso tutti.

Ma l’amore non è solo sentimento: è anche uno stato ideale per il benessere del nostro spirito e del nostro corpo. L’amore, sotto tutti i punti di vista, ci fa stare bene, ci scalda il cuore, ci regala gioia.

Festeggiamo tutti San Valentino, perché a prescindere del dono o della cena a lume di candela, l’amore sincero, che parte dal cuore, deve essere senza confine, predisposto ad estendersi più in là delle due persone.

Chi è solo o non ha ancora travato l’altra metà, abbandonerà la malinconia e si farà messaggero di cupido donando un sorriso, che vuole essere un messaggio di serenità ed ottimismo.

Non ci resta che augurare a tutti un bellissimo giorno di San Valentino.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.772 volte, 1 oggi)