SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un film dal tema fortemente esplicito che sorvola in modo abile ogni volgarità, con la leggerezza che solo gli inglesi sono in grado di imprimere ache agli argomenti più scabrosi. Il dodicesimo appuntamento con il cineforum Buster Keaton è con “Irina Palm” (Belgio, Lussemburgo, Gran Bretagna, Germania, Francia – 2007), di Sam Garbarski, sarà in proiezione al Cinema delle Palme giovedì 14 febbraio alle 21.30.

Maggie ha un nipote gravemente malato. Solo un’operazione in Australia può salvarlo ma i genitori non hanno il denaro necessario per il viaggio. La sessantenne dalle campagne vicino a Londra si sposta nella capitale inglese per cercare lavoro, ma per lei non ci sono offerte. Risponde a una proposta come hostess, ma le prestazioni richieste non sono quelle che lei, ingenuamente, crede. In un locale porno, attraverso un buco nel muro nell’anonimato più totale, la donna dovrà masturbare i clienti senza essere vista. La donna, pensando alla salvezza del nipote, accetta nonostante tutto, ed è talmente abile con la sua manualità da diventare la mano più richiesta dai clienti: da qui il nome che le viene dato, Irina Palm.

Senza accenni alla volgarità gratuita, il film affronta il tema dell’amore incondizionato di una nonna per il proprio nipote e i confini che può raggiungere. Senza atteggiamento censorio o puritano, le scene, interpretate da Marianne Faithful, la principessa pop dei Rolling Stones, alternano i momenti di commozione alle risate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)