FOLIGNANO – «Nonostante tutti i Comuni della Vallata del Tronto e del vicino Abruzzo abbiano ribadito la loro ferma contrarietà alla realizzazione della centrale Turbogas di Marino del Tronto – afferma Argeo Iachini, delegato dal sindaco Pasquale Allevi di rappresentare le ragioni del Comune di Folignano – la Regione Marche intanto chiede le contro deduzioni alla società proponente. Nel frattempo l’Arpam cerca di smorzare gli animi della protesta, prendendo ad esempio la decennale centrale di Jesi».
Organizzata dalla Regione Marche, si è tenuta il 12 febbraio 2008 ad Ancona la conferenza dei servizi per iniziare a tirare le somme sul progetto di Centrale Turbogas di Marino del Tronto.
«Il Comune di Folignano – prosegue Iachini – ha espresso all’unanimità la contrarietà alla centrale, sia per la criticità del luogo (nelle vicinanze ci sono impianti sportivi, due centrali del latte, c’è un rischio di esondazione evidenziato dal Genio Civile) sia – da quanto risulta dalle dichiarazioni dell’ingegner Ciccarelli, dirigente del Comune di Ascoli -per il fatto che l’area non risulta essere edificabile almeno per le competenze comunali».
Secondo il Comune di Folignano, inoltre, la Turbogas servirebbe prima di tutto per la Cartiera, la cui produzione è attualmente conclusa, e per le altre aziende del circondario, già in possesso di impianti.
«A che serve a questo punto voler realizzare questa centrale Turbogas in un punto a così alta criticità e rischio primario per i cittadini di ben cinque comuni direttamente interessati?» si chiede il Comune.
«Sarebbe più opportuno studiare un nuovo sito e sinceramente ci aspettavamo già in questa conferenza dei servizi che la Regione avesse già sondato questa possibilità. Invece non è stato così. Non nascondiamo che se la Regione dovesse risultare insensibile alle ragioni dei nostri cittadini saremo costretti nostro malgrado ad appoggiare le loro manifestazioni di piazza, o, secondo i gusti, i loro girotondi».
Intanto anche il Comune di Ascoli Piceno ha approvato – il 6 febbraio scorso – una delibera di rigetto della proposta Turbogas, mentre il 7 febbraio si è tenuta la seduta organizzata dalla Circoscrizione di Marino del Tronto, alla quale ha partecipato anche il sindaco Celani.
Continua anche il lavoro dei due meet-up dei Grillini piceni contro la costruzione della Turbogas, in nessuna posizione, con la petizione online, arrivata a quota 550 firme.


Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 916 volte, 1 oggi)