SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Abbiamo sbagliato l’approccio alla partita, la Samb ha meritato. Oggi ho schierato ben sei giocatori nuovi, dunque era più che normale che pagassimo dazio. Certo, mi aspettavo qualcosa in più, abbiamo reso al di sotto delle mie aspettative in fatto di cattiveria».
Questo il commento di Andrea Camplone dopo la sconfitta del suo Martina al Riviera delle Palme. Il tecnico dei pugliesi ad ogni modo contesta l’episodio del rigore che ha fissato il risultato sul 2-0: «Secondo me l’arbitro l’ha letteralmente regalato alla Samb. Diciamo che è stato un direttore di gara abbastanza casalingo. Ma non possiamo aggrapparci a questo, perché i danni ce li siamo procurati da soli. Il campionato comunque non è finito, per cui continueremo a lavorare consapevoli che in futuro dovremo dare di più».
Sulla Samb Camplone ha detto: «Una squadra trasformata rispetto a quella che vidi a inizio stagione. Adesso è una squadra quadrata, rapida, difficile da affrontare. E’ dotata di giocatori con gli stimoli giusti: se ti fai aggredire poi vai in difficoltà. Questo è stato il nostro errore principale, soprattutto nel primo tempo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 508 volte, 1 oggi)