SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riceviamo e pubblichiamo da Fabio Urbinati, consigliere comunale del Partito Democratico.
Caro direttore mi preme intervenire sulla questione del senso unico in via Marsala da lei sollevata sulla sua rubrica DisAppunti quotidiani.
Premetto che ho vissuto in quella via per 33 anni e ancora oggi risiedo nel quartiere San Filippo.
Quindi come lei transito in via Marsala più di 4 volte al giorno, e lei direttore può testimoniare (visto che non mi ha mai negato spazio sul suo giornale) che le problematiche del Quartiere San Filippo sono state sempre al centro della mia attività politica prima ed ora che sono consigliere comunale.
In primo luogo mi preme dissentire dal suo giudicare banale il rischio e il pericolo per i cittadini che potrebbe portare un eventuale senso unico in via Marsala, con un conseguente aumento della velocità di percorrenza dovuto alle caratteristiche stradali.
Questa amministrazione comunale, di cui faccio parte, sin dal suo insediamento ha manifestato grande attenzione ai quartieri periferici della nostra città che aspettano ormai da troppi anni interventi di miglioramento della qualità urbana.
Il quartiere San Filippo è proprio uno di questi, e in un anno e mezzo, grazie anche alla straordinaria collaborazione del Comitato di quartiere, siamo riusciti a fare diversi interventi che aspettavano risposte ormai da più di venti anni come ad esempio asfalti in via Foscolo e via De Carolis, illuminazione del parcheggio di via D’Annunzio e via Ferri Nord, sistemazione dell’area a nord del Ballarin, potature e illuminazione scuola Zona Nord, acquisizione dell’ex stadio Ballarin dal demanio statale, e in riferimento alla viabilità i sensi unici delle vie trasversali a via Ferri da via D’Annunzio a via Manzoni.
Come si può vedere c’è ancora tanto da fare ma sicuramente sia qui che altrove stiamo lavorando con impegno per ridare dignità a tutta la città da Fosso dei Galli a San Filippo Neri.
Ma in tutto questo e in tutto quello che facciamo, questa amministrazione mette sempre al centro delle sue azioni l’incolumità, la sicurezza e la salute dei cittadini tutti, prima ancora degli interessi dei Commercianti e di tutte le categorie.
E proprio in riferimento a questo punto, in tutte le assemblee di quartiere svolte dal Comitato in carica da più di un anno, tanti cittadini hanno mostrato non poche perplessità dal punto di vista della sicurezza stradale visto anche che fortunatamente nel quartiere San Filippo vivono molti giovani e molti bambini, e quindi prima di procedere verso una modifica sostanziale del traffico cittadino, come avverrebbe con il senso unico in via Marsala, meglio assistere a rotture di specchietti che a cose che non vorremmo mai vedere.

Chiarimento: il sottoscritto ha definito banale il rischio velocità nel caso che via Marsala diventasse a senso unico per il semplice fatto che, mentre per la velocità ci sono rimedi efficaci come i dossi oltre quelli definiti dalla legge (50 km/h), mentre per l’ampiezza della strada (vedasi anche striscia divisoria assente) non esiste nè una legge né un antitodo che peremtta una viabilità normale. Tanto dovevo. Ringrazio il consigliere Urbinati per il civile contradditorio del quale invito i residenti della zona a tenerne conto.
Nazzareno Perotti

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 880 volte, 1 oggi)