GROTTAMMARE – Purtroppo, i cittadini grottammaresi tendono ad essere restii verso l’espressione pubblica delle proprie opinioni – politiche o meno – anche se questa sarebbe un’occasione in più per comunicare il proprio pensiero.

Raffaele Loiacono, residente in zona Centro, ci dice invece con tranquillità: «che è un Comune ben gestito, grazie alla partecipazione attiva. E questo perché la politica lo permette». Riguardo ai recenti lavori pubblici Loiacono afferma che «inizialmente ero un po’ scettico, ma poi mi sono dovuto ricredere. Probabilmente un po’ carente, rispetto a San Benedetto, è il Lungomare e la pista ciclabile».

Il signor Gianfilippo Cappelletti si dice invece «disinteressato verso la politica di questi ultimi anni. Siamo rimasti indietro rispetto agli altri paesi europei. Ad esempio per quanto riguarda le scogliere: messe come sono ora fanno diventare l’acqua stagnante. O i parcheggi: le persone non fanno neanche 200 metri a piedi per andare al mare. Fosse per me, il Lungomare, almeno d’estate, dovrebbe essere chiuso al traffico».

Si inserisce nella discussione una signora, che vuole rimanere anonima: «Il Comune agisce solo dove gli fa più comodo: vengono curate solo alcune zone, mentre altre in periferia sono lasciate senza acqua potabile, senza rete fognaria e senza metano. Non siamo anche noi grottammaresi?».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 689 volte, 1 oggi)