SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il patrimonio storico del Piceno ricostruito nell’arte e nella tradizione della stampa periodica. “Tipografi e Periodici Piceni tra ‘800 e ‘900 – Stampa di Mare dal fondo Traini”, libro di Giuseppe Merlini, sarà presentato sabato 9 febbraio, alle ore 16.30, presso l’Auditorium della Biblioteca Comunale.

Il libro, edito dall’Archeoclub d’Italia di San Benedetto del Tronto, nasce dalla volontà dello scomparso presidente dell’associazione, Novemi Traini, e ripropone la storia e lo sviluppo dell’arte della stampa nel nostro territorio, con attenzione particolare per i periodici dell’’800 e del ‘900. Una sezione importante del volume è la raccolta di Traini, che è stata già allegata, in un primo fascicolo sulla storia della stampa sambenedettese, a “Lu Campanò” del luglio 1986, giornale del Circolo dei Sambenedettesi.

All’iniziativa, patrocinata dal Comune di San Benedetto del Tronto e coordinata dal professore Ugo Marinangeli, saranno presenti l’assessore alla Cultura Margherita Sorge, la presidente del Circolo dei Sambenedettesi Benedetta Trevisani, il giornalista Mediaset Remo Croci, che interverrà sul tema L’attività giornalistica e televisiva di Novemi Traini, e il presidente regionale dell’Ordine dei giornalisti Gianni Rossetti, che parlerà del Ruolo dell’attuale carta stampata nell’informazione.

La tradizione della stampa periodica a San Benedetto nasce a fine ‘800. Fra i periodici raccolti dal libro troviamo “Lingua Lunga” del 1867, il primo settimanale sambenedettese interamente manoscritto per mano del pittore acquerellista e caricaturista Sebastiano Panunzi, “L’Albula”, quotidiano elettorale del 1890 a sostegno della candidatura di Amedeo Crivellucci di Acquaviva Picena, “Cronaca dei Bagni” del 1894, il primo giornale che si sia occupato della stagione estiva della costa medio-adriatica, e “Il Faro”, giornale politico amministrativo di impronta monarchica uscito nel 1895 per la candidatura di Giuseppe Sacconi.
Dei primi del ‘900 sono “Pesca”, organo della Federazione marchigiana delle società per la pesca, che esce nel biennio 1902-1903, “Goliardo”, “Il Piccolo sambenedettese”, “L’Operaio” del celebre don Francesco Sciocchetti e “La Parola del Popolo” dell’anticlericale Gioacchino Palestini. Il libro raggiunge gli anni ’50 dello scorso secolo ed è correlato a una nutrita appendice documentaria dal periodo napoleonico all’Unità d’Italia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.312 volte, 1 oggi)