SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Squadra al completo. Per la prima volta, dall’inizio di questo campionato, il Porto d’Ascoli potrà contare su tutto l’organico. Un motivo in più per non abbassare la guardia e procedere a vele spiegate verso i play off.
Nociva o benefica la settimana di sosta? «Sarà il campo a dircelo» ha commentato il tecnico Fabrizio Deogratias. Tempo di bialanci: i biancocelesti nel girone di ritorno hanno collezionato 7 punti, frutto di due vittorie (con Acquasanta e Monsampietro), un pareggio (Stella) e una sconfitta (Monteprandonese) guadagnando il quarto posto in classifica.
Il nuovo assetto tattico ha dato più equilibrio alla squadra, anche se l’attacco segna meno. «Avevamo Di Filippo con una piccola frattura alla spalla, Orefice fuori per stiramento. Sicuramente ne abbiamo risentito. Anche se a segno sono andati altri, vuol dire che non dipendiamo solo da loro. Questo è di buon auspicio» ha spiegato Deogratias.
Sabato al Ciarrocchi arriva il Monticelli, formazione imprevedibile: capace di battere Pagliare e Truentina e cadere con la Jrvs. «Rispettiamo tutti e non abbiamo paura per nessuno. Dobbiamo pensare a noi stessi dando il massimo a prescindere dall’avversario. Le squadre che dovranno salvarsi verranno più agguerrite e noi dobbiamo essere bravi a fermarle».
Orefice è guarito dallo stiramento. Probabile però che il tecnico biancoceleste lo farà partire dalla panchina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 343 volte, 1 oggi)