ANCONA – Tutela del potere di acquisto dei redditi, sicurezza del e sul lavoro, riduzione dei costi della politica, diritto alla salute. Questi sono alcuni degli importanti temi che il presidente della Regione Gian Mario Spacca ha portato all’attenzione dei sindacati in un dialogo volto a rafforzare la coesione sociale della comunità.
Spacca si è rivolto a Cgil, Cisl e Uil al fine di delineare le necessarie tappe da percorrere per poter dare un contributo positivo in un passaggio non facile per il paese, qual è quello attuale.
«La Regione è disponibile al dialogo con le forze sociali – ha spiegato Spacca – e a confrontare le proprie strategie con gli enti locali. Il dialogo sociale è un valore imprescindibile perché rafforza la coesione della nostra comunità».
«Vogliamo però che si realizzi nel merito – ha proseguito il presidente della Regione – su base progettuale e su temi concreti per cittadini, famiglie e imprese. Il confronto progettuale è la modalità di lavoro permanente del Governo regionale».
«I temi che riguardano i cittadini, il loro potere di acquisto, la qualità della vita, la sicurezza sul lavoro – ha concluso Spacca – sono temi fondamentali, su cui la Regione sta lavorando e su cui siamo disponibili a rinnovare il confronto con Cgil, Cisl e Uil e il sistema delle imprese regionali. Sono temi su cui abbiamo ottenuto qualche importante risultato. Saremmo contenti di portarlo all’attenzione di tutti in un confronto che può essere anche aperto agli stessi cittadini».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 411 volte, 1 oggi)